Indy Munoz – Tragedia sulla pista di Goiana dove la campionessa brasiliana di velocità è morta dopo una brutta caduta nella gara della 600. Aveva 29 anni.

Indy Munoz – Le dinamiche dell’incidente

Tragedia nella Superbike brasiliana, dove la ventinovenne pilota domenicana Indy Muñoz ha perso la vita durante la gara svoltasi nell’Autodromo Internazionale Ayrton Senna. La ventinovenne pilota era al via della classe 600 della Superbike e si trovava in seconda posizione quando ha perso il controllo della moto alla Curva Zero. Secondo quanto riportato da chi era in circuito, ricordando che la gara si è svolta a porte chiuse a causa delle precauzioni per il Coronavirus, Indy non sarebbe riuscita a impostare la curva e, nella caduta, la moto l’avrebbe colpita violentemente.

Indy Munoz Morte
La campionessa dominicana aveva solo 29 anni – Photo Credit: indy199 Instagram

Dopo i primi soccorsi in pista, è stata rapidamente trasportata all’ospedale di Goiana, dove è arrivata in fin di vita. Per la gravi lesioni riportate, non è sopravvissuta ad un intervento di emergenza. Il team medico ha provato in ogni modo a rianimarla, ma per la campionessa non c’è stato nulla da fare. In una nota ufficiale, il Dipartimento dello Sport della Goiana ha espresso le sue condoglianze alla famiglia Munoz per questa tragica morte.

Indy Munoz – Chi era la campionessa dominicana

Indiana “Indy” Munoz, era nata a Dajabón, un comune della Repubblica Domenicana, il 30 ottobre 1990 per poi trasferirsi in Brasile per proseguire la sua carriera. Nel 2013, divenne campionessa della Superbike brasiliana, confermandosi nel 2014 nella categoria 1000 e per poi vincere nel 2016 la 100 Miglia di Interlagos nella categoria 300. Nel corso della sua carriera era stata anche campionessa dei campionati della Kawasaki Ninja 300 e della Yamaha R3 Cup brasiliana.

Indy Munoz Morte
Indiana Indy Munoz era una grande campionessa del motociclismo brasiliano e un’ottima istruttrice di pilotaggio per i più giovani – Photo Credit: indy199 Instagram

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA