Calcio

Inter-Atalanta 2-2, Serie A: parità e spettacolo

Inter-Atalanta, nella 6a giornata del campionato di Serie A, dopo tante emozioni, arriva un pareggio che regala un punto a testa. Dimarco sbaglia un penalty sul finale, mentre a Piccoli non è convalidato un gol, in un finale concitatissimo. La cronaca.

Il primo tempo di Inter-Atalanta

Parte bene la squadra di Inzaghi, che già dopo tre minuti, con Dzeko, sfiora il vantaggio, con un destro di poco a lato. Il gol nerazzurro, tuttavia, arriva due minuti dopo. Dzeko apre a destra per Barella, quest’ultimo serve al centro verso Lautaro Martinez che, con un bel gesto, mette il pallone alle spalle di Musso.

Gli ospiti si fanno vedere dalle parti di Handanovic al 16′ con un sinistro di Malinovskyi, la battuta diventa pericolosa per una deviazione della difesa avversaria, ma alla fine il pallone termina sul fondo. Altrettanto velenoso è un colpo rasoterra di de Roon al 23′, che Handanovic può solo guardare, ma di nuovo la sfera non trova lo specchio della porta, anche se per pochi centimetri.

Gli uomini di Gasp rimangono avanti e vanno vicini al pareggio con Pessina, la cui conclusione dalla corta distanza, è deviata in agolo da un provvidenziale Brozovic. Il pareggio dell’Atalanta, tuttavia, arriva al 30′ e porta la firma di Malinovskyi, che con un gran sinistro dal limite dell’area, batte l’estremo difensore dell’Inter.

Al 37′ è invece sfortunato De Vrij, che dalla corta distanza colpisce in porta, ma Musso è al posto giusto al momento giusto. Solo un minuto più tardi, Malinovskyi scarica verso Handanovic un altro suo sinistro, il portiere respinge, ma in seconda battuta Toloi irrompe sul pallone in modo vincente e porta in vantaggio la Dea. Con questo punteggio, Inter-Atalanta arriva alla pausa di metà di gara.

Il secondo tempo

In avvio di ripresa, Freuler, dalla destra, imbecca Malinovskyi a un passo dalla porta interista, ma il suo tocco è deviato in corner da Handanovic. Da questa situazione nasce un colpo di testa molto insidioso, che tuttavia manca la porta dell’Inter di un niente.

L’arrembaggio degli ospiti prosegue e al 51′ ancora Malinovskyi, questa volta su calcio di punizione, colpisce il palo con il portiere interista battuto. La squadra di Inzaghi reagisce e al 59′ Barella inventa un assist aereo dalla trequarti sinistra, trovando al testa di Vecino, la cui battuta è spedita in angolo da Musso con un ottimo colpo di reni.

Poco dopo un altro cross basso di Barella, costringe Musso al tuffo, sulla respinta Lautaro Martinez, a un paio di metri dalla porta atalantina, manda il pallone sul fondo. L’Inter però non molla e al 71′ Dzeko porta la gara in parità, approfittando di una respinta corta di Musso, dopo un tiro di Dimarco dal limite dell’area.

Sul finire Ilicic, da poco in campo, costringe Handanovic a una parata nn facile: palla in corner. Dalla parte opposta l’Inter conquista un rigore per un tocco di mano di Demiral. Dimarco sbaglia però dal dischetto. Di lì a poco, Piccoli firma il gol del possibile 3-2, ma al VAR il gol non è convalidato perché il pallone era precedentemente uscito.

Inter-Atalanta, dunque regala un punto a testa alle due formazioni, dopo tante emozioni.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Il calcio di Metropolitan

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Serie A

(Photo credit: Inter)

Link foto: https://www.facebook.com/Inter/photos/pcb.4773275009389267/4773273336056101/

Adv
Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?
Back to top button