Calcio

Inter-Bologna 6-1, nerazzurri esagerati: Correa fuori per infortunio

Inter-Bologna, nella quarta giornata del campionato di Serie A 21-22, vede la vittoria dei nerazzurri, padroni delle sorti del match, già dopo i primi 45 minuti. Prestazione deludente degli ospiti. Così la cronaca, i promossi e i bocciati della gara.

Il primo tempo di Inter-Bologna

Assolta la consueta fase di studio, al 6′ minuto Dumfries dalla trequarti destra, offre un pallone d’oro nel cuore dell’area avversaria a Lautaro Martinez, che da pochi passi, insacca in favore dei padroni di casa. L’Inter non spinge sul gas, mentre il Bologna, al 19′ con pazienza, riesce a portare un paio di veri pericoli dalle parti di Handanovic con Sansone e Soriano.

Entrambi i rossoblu potrebbero entrare nel tabellino dei marcatori, ma un’ottima parata del portiere nerazzurro e tanta imprecisione del numero 21 del Bologna, lasciano il risultato invariato. Intorno al 28′ Correa è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare al fianco e Inzaghi getta nella mischia Dzeko.

Due minuti dopo, Skriniar, su azione di calcio d’angolo, di testa, porta a due le segnature per i suoi. La superiorità dei padroni di casa, viene sublimata dal tris che l’Inter cala grazie a Barella, che chiude in modo vincente una percussione corale, ribadendo la sfera in rete dalla corta distanza. A sfiorare il quarto gol, ci manaca una girata di sinistro dal limite dell’area di Dimarco, che viene neutralizzata in qualche modo da Skorupski in angolo.

Il secondo tempo di Inter-Bologna

Nella ripresa Hickey cerca la via del gol da fuori area, ma il suo sinistro non inquadra la porta avversaria. Dopo di lui al 49′, Sansone suggerisce per Arnautovic in contropiede, ma l’attaccante non trova il contatto con il pallone dalla corta distanza.

La risposta dell’Inter arriva poco dopo con Lautaro Martinez, il quale colpisce in pieno la traversa rossoblu con un forte colpo di destro. Protagonisti, in fase di suggerimento ancora una volta, Dumfries e Skriniar.

I nerazzurri, tuttavia, centrano il poker con Vecino, che chiude al meglio l’ennesima proiezione offensiva. È invece al 62′, che Dzeko porta a cinque le segnature dell’Inter, anche in virtù di un pessimo posizionamento della retroguardia avversaria. La doppietta dell’ex-Roma, firmata al 68′, porta a sei le reti dei padroni di casa.

All’86’ il Bologna realizza il suo gol della bandiera con Theate, che di testa, dal limite dell’area piccola degli avversari, sceglie bene il tempo per battere Handanovic, sfruttando una distrazione della retroguardia nerazzurra.

Inter-Bologna si chiude con una goleada che porta i nerazzurri a 10 punti in classifica e che aiuta a rinforzare l’autostima del gruppo. Completamente da dimenticare, invece, l’uscita del “Meazza” per il Bologna, che si ferma a 7 punti dopo quattro gare di campionato.

I Promossi

Dumfries-Skriniar (Inter): i due dovrebbero essere “solo” dei difensori e invece, nella gara odierna, trovano il modo di rendersi preziosi anche nella fase offensiva. L’olandese con una serie di assist davvero ben fatti, l’altro entrando nel tabellino dei marcatori, in occasione del 3-0 dell’Inter.

Nessuno (Bologna): i rossoblu giocano una gara apprezzabile nei primi 30 minuti, poi scompaiono del tutto, dopo il raddoppio firmato da Skriniar. Lo schiaffo ricevuto oggi, dovrà servire per reagire fin dalla prossima gara.

I Bocciati

Nessuno (Inter): la gara che gli uomini di Inzaghi giocano al “Meazza” in questa circostanza, è di quelle sontuose, dove riesce un po’ tutto, nelle varie zone del campo. Poco altro da aggiungere.

Fragilità difensiva (Bologna): la retroguardia bolognese è battuta in tutti i modi che si possano immaginare. Su azione, su calcio d’angolo, su palle basse e su quelle alte. Giornataccia per tutti là dietro.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Il calcio di Metropolitan

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Serie A

(Photo credit: Inter)

Link foto: https://www.facebook.com/Inter/photos/pcb.4749491245100977/4749490255101076/

Adv
Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?
Back to top button