Inter, è il momento della verità

In venti giorni l’Inter di Conte si gioca già buona parte della stagione: derby, Champions, Lazio e Juventus. I nerazzurri dovranno confermare le buone prestazioni contro Lecce e Cagliari, dovendo contare anche sulle seconde linee. Sanchez e Lazaro scalpitano: potranno essere decisivi?

Questa sera l’Inter ospiterà l’Udinese nell’anticipo serale di Serie A nel primo di una lunga serie di incontri che coinvolgeranno i nerazzurri nelle prossime settimane. Martedì i ragazzi di Conte cominceranno l’avventura europea affrontando lo Slavia Praga per la prima sfida di Champions League. Poi il derby e la Juventus: gli impegni ravvicinati potrebbero mettere in difficoltà Lukaku e compagni.

Le novità contro l’Udinese

L’Inter questa sera scenderà in campo con il consueto 3-5-2: De Vrij e Godin sembrano aver recuperato, con Barella pronto a partire titolare al fianco di Sensi. I dubbi di Conte riguardano il reparto offensivo: chi al fianco di Lukaku? Sanchez scalpita, ma pare non essere ancora in condizione e quindi potrebbe subentrare a partita in corso per mettere minuti nelle gambe.

inter
Alexis Sanchez, pronto a esordire in nerazzurro (Credits: FC Inter 1908)

La sorpresa che è pronto a riservare Conte è l’inserimento di Politano negli undici titolari, per far rifiatare Lautaro in vista della Champions. L’ex Sassuolo avrebbe l’occasione di dimostrare di essere pronto a dire la sua anche in quella che sarà una stagione complicata. Il ruolo di seconda punta, già ricoperto in neroverde con successo, potrebbe convincere l’allenatore salentino.

Gli impegni ravvicinati

Quello tra settembre e ottobre è un periodo assai delicato per le compagini impegnati: tra campionato, infrasettimanali e Champions League i nerazzurri giocheranno ogni due giorni. La condizione fisica diventerà un fattore chiave, insieme alla gestione delle energie nervose e mentali tra i vari impegni. Milan, Lazio, Barcellona e Juventus saranno quattro sfide decisive per i ragazzi di Conte, che riveleranno anche le reali potenzialità di quella che è data tra le compagini favorite per la vittoria.

Conte dirige l’allenamento nerazzurro (Credits: FC Inter 1908)

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI FRANCESCO RICAPITO

© RIPRODUZIONE RISERVATA