Inter, Eriksen è sempre più vicino

In campo solo dal 72′ contro il Watford, Christian Eriksen è sempre più vicino a indossare la maglia nerazzurra. Josè Mourinho ha deciso di farlo partire per la panchina, lanciando un ulteriore segnale dell’addio sempre più vicino del danese. Nonostante le frenate in conferenza stampa prima e dopo la partita, l’arrivo all’Inter del centrocampista ex Ajax è a un passo: le visite mediche potrebbero svolgersi già nel prossimo weekend.

Christian Eriksen è a un passo dall’Inter. Gli scatti che ritraggono Marotta e l’agente del danese insieme a discutere del contratto e la scelta di Mourinho di far partire il centrocampista dalla panchina lo confermano. L’intesa con il Tottenham è ancora da limare, per la richiesta da 20 milioni degli inglesi che i nerazzurri non sono disposti ad assecondare. Per Conte è pronto quindi un centrocampista di fama internazionale e di qualità apprezzate in tutta Europa: potrebbe essere il colpo decisivo?

Cinque milioni in ballo

L’Inter, considerando la scadenza del contratto del calciatore a giugno, non è disposta a versare nelle casse degli Spurs 20 milioni di euro. Ha formulato infatti inizialmente un’offerta di 10, aumentata poi a 13 più 2 di bonus: il Tottenham tentenna, ma i nerazzurri sperano di chiudere entro il prossimo fine settimana. Josè Mourinho ha voluto frenare gli entusiasmi nerazzurri nella conferenza stampa di ieri, sostenendo che agli inglesi non sia ancora arrivata alcuna offerta ufficiale. La scelta però di non far partire dal primo minuto il centrocampista danese contro il Watford ha confermato le voci, nonostante il tecnico portoghese abbia parlato di una scelta dettata solo da questioni tecnico-tattiche.

eriksen
Christian Eriksen a colloquio con Josè Mourinho (Credits: Visionhaus)

L’intesa con il giocatore è invece stata raggiunta con successo: 7,5 milioni di stipendio piu 1,5 di bonus. Ingaggio da top player, come quello che l’Inter ha riservato a Lukaku; l’arrivo del centrocampista sembra quindi a un passo, con Conte che ora oltre ai tre titolarissimi Barella, Brozovic e Sensi, potrà contare sul danese, pronto a scalare le gerarchie. Il suo impiego potrebbe risultare decisivo in campionato e in Europa League, dove l’Inter con questa campagna acquisti potrebbe rivelarsi una sorpresa.

Le novità in uscita e in entrata

Non solo Eriksen: l’Inter non molla nemmeno Olivier Giroud, che, nonostante la permanenza di Politano in nerazzurro, sembra essere vicino ai nerazzurri. L’attaccante francese non è però il solo candidato al ruolo di vice-Lukaku, con Llorente che resta un’opzione nell’ottica di uno scambio con Politano. Con il Chelsea Marotta ha inoltre avviato i contatti con Victor Moses, fedelissimo di Conte nei due anni tra i blues e perfetto per il 3-5-2. La partenza di Lazaro potrebbe favorire questa operazione; il Newcastle è infatti pronto a formulare un’offerta all’Inter di prestito con diritto di riscatto fissato a 21 milioni. L’Inter ci pensa.

eriksen
Victor Moses, 29 anni (Credits: Elsa/Getty Images)

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI FRANCESCO RICAPITO

© RIPRODUZIONE RISERVATA