Chievo-Perugia è lo scontro Playoff della prima giornata di ritorno del Campionato di Serie B. Di fronte due squadre che non attraversano un buon momento di forma: il Chievo ha perso la zona Playoff nelle ultime giornate del girone d’andata; il Perugia invece, ha cambiato allenatore, esonerato Oddo al suo posto il ritorno nostalgico di Serse Cosmi.

Come sta il Chievo

Riparte da Chievo-Perugia il cammino nel girone di ritorno dei clivensi con l’obiettivo dichiarato della promozione in Serie A, o diretta o attraverso gli spareggi. I veneti devono cancellare un 2019 negativo che li ha visti retrocedere dalla massima serie e poi avere qualche difficoltà nella prima parte di stagione della Serie B. Nelle ultime 4 partite del girone d’andata non è arrivata nessuna vittoria e i gialloblù sono scivolati fuori dalla zona Playoff.

Bisogna invertire la tendenza per non veder allontanare troppo la zona promozione. Dal mercato potrebbe arrivare qualcosa in attacco, interessano Maroni della Sampdoria, Edera e Millico del Torino ma l’acquisto più importante è forse la conferma fino a giugno di Vignato. Contro il Perugia l’occasione è ghiotta per riprendere la corsa, vincere la partita significa scavalcare proprio i grifoni in classifica. La gara, però, è tutt’altro che facile.

Il gioiellino Vignato, acquistato dal Bologna, rimarrà al Chievo fino a giugno.
Photo Credits: pagina FB A.C. ChievoVerona

Momento di forma del Perugia

Anche il Perugia attraversa un momento delicato. Durante la sosta invernale è stato esonerato Oddo, e al suo posto è stato richiamato Serse Cosmi, quel Cosmi che rievoca dolci ricordi per il popolo perugino. Il nuovo mister ha esordito negli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Napoli al San Paolo: il grifone è uscito dal campo a testa alta nonostante la sconfitta per 2-0, maturata grazie a due calci di rigore.

Cosmi si aspetta qualcosa dal mercato: un difensore centrale, un terzino e un centrocampista per poter puntare con decisione ai Playoff. Il sogno è Scognamiglio: il difensore del Pescara potrebbe arrivare attraverso un clamoroso scambio con Melchiorri. Salamon della Spal è l’alternativa.

Precedenti ed ex

La partita di andata, prima giornata del campionato, è terminata 2-1 per i grifoni: Chievo in vantaggio dopo 3 minuti con Meggiorini, Perugia che poi ribalta la situazione grazie a due rigori trasformati da Iemmello. L’ultimo precedente in casa del Chievo risale a 17 anni fa in Serie A: la partita finì 4-1 per i clivensi allenati allora da Del Neri.
L’unico ex della partita è Aleandro Rosi del Perugia: il terzino ha vestito la maglia gialloblù a inizio carriera collezionando 16 presenze nella stagione 2007-2008.

Serse Cosmi, di nuovo al Perugia dopo 15 anni, ha qualche problema di formazione.
Photo Credits: pagina FB A.C. Perugia

Chievo-Perugia, probabili formazioni

Per il Chievo mancheranno Dickmann e Vaisanen in difesa, a centrocampo Esposito in ballottaggio con Obi in regia, attacco con Meggiorini e Djordjevic. Il nuovo acquisto Ongenda non convocato perché ancora fuori condizione.
Tanti indisponibili in casa Perugia. Il capocannoniere Iemmello, Rosi e Gyomber squalificati, infortunati Di Chiara, Melchiorri e Rodin. Cosmi vede Nzita e Mazzocchi come quinti di centrocampo: il modulo scelto è quindi il 3-5-2 con l’arretramento in difesa di uno dei centrocampisti.

Chievo (4-3-1-2): Nardi; Frey, Rigione, Cesar, Cotali; Segre, Esposito, Giaccherini; Vignato; Meggiorini, Djordjevic. All. Marcolini

Perugia (3-5-2): Vicario; Falasco, Carraro, Sgarbi; Mazzocchi, Falzerano, Konate, Buonaiuto, Nzita; Falcinelli, Capone. All. Cosmi

L’arbitro della sfida sarà il signor Ros di Pordenone che quest’anno ha arbitrato il Chievo nella vittoriosa trasferta di Venezia e il Perugia nel pareggio casalingo contro l’Ascoli.

Dove vederla

Chievo-Perugia sarà trasmessa in esclusiva sulla app e piattaforma streaming DAZN: appuntamento alle 17:50 col pre-partita, calcio d’inizio alle 18:00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA