L’Inter, dopo l’importante successo contro lo Slavia Praga, è chiamata all’esame Spal per proseguire la striscia di successi in campionato. Tra dubbi di formazione e grande entusiasmo, Conte invita a tenere i piedi per terra. Intanto, Marotta continua a muoversi sul mercato, in particolare a centrocampo, dove è pronto almeno un grande colpo: Chiesa e De Paul i nomi. E Gabigol?

L’Inter si è ritrovata. Non che si fosse mai realmente persa, ma il successo europeo ha sicuramente compattato i nerazzurri e alzato ancora una volta l’asticella. I ragazzi di Conte stanno gradualmente prendendo consapevolezza che il percorso cominciato a settembre può portare a ottimi risultati, forse anche vincenti. L’obiettivo del mister è però mantenere un equilibrio soprattutto mentale e non ha esitato a invitare a restare con i piedi per terra. Nel frattempo Marotta non si ferma sul mercato e continua a lavorare sul fronte Gabigol: è dal brasiliano che passa tutto il mercato di gennaio.

L’esame Spal: novità Esposito?

Domani alle 15 l’Inter affronterà la Spal, avversario che preoccupa non poco Antonio Conte. Penultimi in classifica, gli estensi hanno un disperato bisogno di punti:

Iniziamo a vincere domani, poi penseremo alla Roma. Se vinceremo affronteremo la Roma con grande entusiasmo, al contrario l’entusiasmo sarebbe dimezzato. Noi dobbiamo cavalcare l’onda dell’entusiasmo, domani dobbiamo portare a casa 3 punti ma la Spal ci farà faticare. Questo è anche un avvertimento per i nostri tifosi, ci dovranno sostenere ancora di più perché non sarà una passeggiata.

La grande novità tra gli undici di Conte potrebbe essere la presenza di Sebastiano Esposito tra gli undici titolari. Con Lautaro Martinez a rischio squalifica perchè diffidato, il mister nerazzurro potrebbe pensare di preservare l’argentino per la Roma e schierare dall’inizio il classe 2002. Al suo fianco, è certa la presenza di Lukaku, reduce dall’ottima prova di Champions contro lo Slavia Praga.

inter
Esposito e Lukaku, probabilmente la coppia d’attacco dell’Inter che sfiderà la Spal (Credits: Sportmediaset)

Tenere i piedi per terra: l’imperativo del mister

L’entusiasmo dopo la vittoria in Champions è legittimo: successo di carattere e che tiene ancora vivo il sogno qualificazione per i nerazzurri. Ora, però, per Antonio Conte non è il momento di rilassarsi o sentirsi appagati: serve ancora avere tanta fame, in particolare dei tre punti contro la Spal domani pomeriggio:

Dopo partite importanti come quella contro lo Slavia Praga è inevitabile che può subentrare una forma di appagamento. Questo non deve avvenire, se dovesse accadere sarei molto deluso. Stiamo affrontando un percorso di crescita e dobbiamo dare risposte sotto tutti i punti di vista.

inter
L’Inter esulta dopo la rete di Lukaku contro lo Slavia Praga (Credits: Inter.it)

Gabigol, la chiave del mercato

Se avete sentito esultare qualcuno anche a Milano, dopo la roboante vittoria del Flamengo in Copa Libertadores, non c’è da stupirsi. Qualcuno dopo la doppietta negli ultimi tre minuti di Gabigol ha capito che il mercato invernale dell’Inter può assumere dimensioni importanti. L’attaccante brasiliano, valutato 35/40 milioni circa, sarà sicuramente ceduto a gennaio; a confermarlo è stato lo stesso ad nerazzurro Beppe Marotta:

Abbiamo delle richieste, credo che difficilmente farà parte del nostro progetto, quindi valuteremo le opportunità di un eventuale trasferimento, ma lo faremo con grande calma.

Risultati immagini per gabigol
Gabigol dopo il goal della vittoria in finale di Copa Libertadores (Credits: Calciomercato.com)

Due quindi le possibilità per i nerazzurri: cedere Gabigol e con il ricavato investire sul mercato, oppure inserirlo in una trattativa come contropartita tecnica. La prima ipotesi vedrebbe i nerazzurri quindi incassare quasi la stessa cifra spesa tre estati fa, e utilizzare quei 35 milioni per acquistare uno dei più talentuosi classe 2000 della Serie A: Kulusevski. L’Atalanta è disposta a cederlo per una cifra non inferiore ai 30 milioni di euro, e Conte gradirebbe l’arrivo del giovane svedese.

L’altra opportunità ha del clamoroso, e vede Gabigol inserito in una trattativa per Federico Chiesa; secondo Repubblica, nonostante le smentite della Fiorentina, l’attaccante brasiliano sarebbe una contropartita tecnica gradita a Montella, che si priverebbe di Chiesa con l’aggiunta di un conguaglio. L’utilizzo da parte di Conte dell’azzurro potrebbe poi variare dal ruolo di seconda punta, a quello di esterno a destra a tutta fascia.

inter
Federico Chiesa, nel mirino di Inter, Juventus e Napoli (Credits: Goal.com)

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI FRANCESCO RICAPITO

Seguici su:

Facebook

Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA