Pallavolo

Italia-Cina 3-0, Volley: gara splendida e primo posto nel girone

La più bella Italia di questo mondiale. Pochi dubbi dopo la grande performance sulla Cina che ha portato ad un successo per 3-0 (26-24, 25-16, 25-20) e soprattutto al primo posto della Pool E. Una gara giocata con attenzione e ad altissimi livelli da parte di tutte le giocatrici azzurre. Il tutto contro una delle pretendenti al titolo. Adesso la squadra di Mazzanti punta diretta ai quarti dove troverà una tra Cina, Belgio e Giappone. Intanto però andiamo a rivivere tutte le emozioni di Italia-Cina.

Italia-Cina 3-0: Azzurre stratosferiche

ITALIA- CINA MONDIALE PALLAVOLO VOLLEY FEMMINILE 2022 ROTTERDAM 08-10-2022 FOTO FIORENZO GALBIATI (FIPAV | Facebook)

Sono già stati utilizzati tanti aggettivi per descrivere la gara delle Azzurre contro la Cina e per quanto alcuni possano dall’esterno sembrare esagerati, in realtà non lo sono. L’Italia ha messo in mostra davvero una prestazione incredibile a livello tattico, tecnico e perché no anche di astuzia che le ha consentito di avere la meglio. Ogni giocatrice, in campo o dalla panchina, è stata in grado di lasciare il segno e soprattutto, scusate il gioco di parole, di dare un segnale a tutte le altre contendenti. Le Azzurre ci sono e vogliono provare ad arrivare fino in fondo ad ogni costo.

Il primo set è stato sicuramente il più combattuto e non è di certo mancata la suspense. Il primo pallone della partita lo mette in gioco Lubian, che alla fine risulterà una delle migliori in campo. Tuttavia, il primo punto è anche della Cina, ma Egonu mette poi subito le cose in chiaro andando a segno con il suo attacco numero uno di 24. Sul fronte azzurro poi c’è anche una Monica De Gennaro ‘donna ovunque’, capace di prendere l’impossibile e soprattutto Alessia Orro che si dimostra di un’intelligenza tattica paurosa. La Cina dal canto suo risponde colpo su colpo e tiene benissimo in campo, fino ad un’ottima serie in battuta di Lubian. Grazie a lei e alla muraglia eretta da Danesi, l’Italia va sul 24-21, ma le asiatiche sono brave ad annullare tre set point. Nulla possono però sulla schiacciata di Egonu del 26-24.

Secondo set in scioltezza, nel terzo vince la convinzione

La Cina patisce il colpo e fa registrare un calo nel secondo set. L’Italia invece viaggia sulle ali dell’entusiasmo e di un servizio di altissimo livello: a fine gare gli ace totali saranno ben 7. E’ anche per questo motivo che le Azzurre acquisiscono subito un buon margine di vantaggio, che mantengono per tutta la durata di questa frazione. Dal 7-4 in poi la squadra di Mazzanti scappa via e si ferma solo sul 25-16. Tra le note positive anche Miriam Sylla, in crescita poderosa rispetto alle prime gare del mondiale.

Nel terzo ed ultimo set, la Cina prova a rimettersi in gioco e quello che si sviluppa sembra una riedizione della prima parte di gara. Squadre attente, giocate improvvise e nessuno che riesca a mantenere il vantaggio. Emblematico è il punto del 10-10 messo a segno dalla Cina al termine di una lunghissima azione conclusa poi splendidamente dalla squadra asiatica con Yunlu Wang. Il terzo set però è anche quello di Anna Danesi e delle sue murate, sempre puntuali e precise. Sul 16-13 però l’Italia prende il largo e non torna più indietro. E’ la stessa Danesi a completare l’opera e firmare il punto del 25-20 che regala alle Azzurre il primo posto della Pool E. Italia-Cina termina così 3-0.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Google News

Back to top button