Pallavolo

Italia-Giappone 3-1, Volley: le Azzurre ritrovano subito il successo

Era una sfida insidiosa per molteplici motivi, ma l’Italia ne è venuta bene a capo ed è tornata al successo. Il 3-1 inflitto al Giappone rappresenta anche una risposta mentale, dopo la sconfitta contro il Brasile, e una generale attenzione che è stata ben indirizzata verso un avversario meno noto. Adesso le Azzurre sono praticamente certe di arrivare alla fase ad eliminazione diretta. Prima però ci saranno le ultime due sfide della Pool E. Noi intanto andiamo a ripercorrere quello che è successo in Italia-Giappone.

Italia-Giappone 3-1: ottima risposta Azzurra ai Mondiali di volley femminile

(Crediti foto: Federazione Italiana Pallavolo | Facebook)

L’Italia mostra fin da subito una reazione determinata dopo il primo stop del mondiale e lo fa con il suo ‘sestetto tipo’. Egonu si scalda fin dalle prime schiacciate e in totale metterà in cascina 26 punti, ma ciò non basta alle Azzurre per avere la meglio nel primo set. Il Giappone infatti, dal canto suo, si dimostra compatto e in grado di rispondere bene agli attacchi italiani. Così chiude il primo set avanti per 20-25, ma da qui in poi la situazione è destinata a prendere una piega ben diversa.

Già perché dal secondo set la musica cambia e nonostante un Inoue in grande spolvero, l’Italia acquista fiducia. Il Giappone prova a scappar via sul 5-8, ma il time out di Mazzanti ribalta la situazione e le Azzurre prima riprendono la gara sull’8-8 e poi sul 9-9, complice un errore di Yamada al servizio, e dopodiché conquistano un vantaggio che non molleranno più. Bello il punto di Egonu sull’11-14 a chiudere uno dei vari scambi prolungati. Altrettanto da fiato sospeso è invece il 15-20 che porta la firma di Bosetti. L’Italia tiene bene i ritmi e chiude il secondo set sul 25-20, riequilibrando la situazione.

Il match si mette veramente in discesa. Le nipponiche non riescono a reagire e l’Italia prende il volo, riuscendo davvero a sbagliare poco o addirittura nulla. Il terzo set è senza storia e lo si capisce dal parziale iniziale di 7-0 e alla fine il punteggio recita 25-14. Quasi stessa sorte per la quarta ed ultima frazione di gioco, almeno se si guarda il finale. Inizialmente invece il Giappone aveva provato a riaprire i giochi tallonando e non poco la squadra di Mazzanti, almeno fino al 7-7. Sylla e compagne però sono brave a non disunirsi e a costruirsi poi un nuovo margine di vantaggio, che si conserverà fino alla fine con il tabellone recante un eloquente 25-15.

Domani l’Argentina

Oggi le Azzurre potranno godere di un giorno di riposo dalle gare e preparare la prossima sfida, quella di domani contro l’Argentina. Il lato ottimo riguarda la classifica che vede l’Italia al comando con 19 punti e quindi con la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta pressoché in tasca. Sarà comunque fondamentale vincere contro l’Argentina, al momento fanalino di coda della Pool E, e poi ci sarà sabato lo scontro diretto con la Cina per il primo posto.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Google News

Back to top button