MetroNerd

Jack Sparrow: l’amato pirata dei Caraibi sarà di nuovo Johnny Depp?

Ebbene, a lanciare la super notizia sarebbe stato il britannico The Sun, secondo cui l’irriverente pirata Jack Sparrow potrebbe tornare ad essere interpretato proprio da Johnny Depp, nel nuovo film della saga dei Pirati dei Caraibi.

Pirati dei CaraibiA Day At The Sea“, sembra che tornerà Johnny Depp a vestire i panni di Jack Sparrow

Il nuovo capitolo della saga cinematografica “Pirati dei Caraibi” dovrebbe intitolarsi “A Day At The Sea” e proprio secondo il noto tabloid “The Sun”, a vestire i panni del comico e maldestro Jack Sparrow, il pirata dei Caraibi più famoso di sempre, potrebbe essere di nuovo il suo unico (e inimitabile) interprete: Johnny Depp. Quale miglior occasione per l’attore – alla luce delle recenti vicende giudiziarie con la ex moglie Amber Heard, che lo hanno visto coinvolto – per una sua definitiva riabilitazione tra le stelle di Hollywood! Si tratterebbe indubbiamente di un punto di non ritorno per la carriera dell’attore, se l’indiscrezione sarà confermata.

Secondo il tabloid, infatti, il nome dell’attore e musicista comparirebbe nell’elenco degli artisti e del personale tecnico chiamato a partecipare alle riprese, che dovrebbero – sempre secondo il The Sun – prendere il via a febbraio 2023. Al momento non è noto il nome del regista, ma Bruce Hendrix dovrebbe essere il produttore della pellicola (aveva già ricoperto questo ruolo nei primi tre film del fortunato franchise).

Il processo Depp-Heard si è concluso, ma la scottatura resta

Come si sa, si è da poco concluso il travagliato processo indetto da Johnny contro la ex moglie Amber, nel quale lei ha ricevuto una condanna per diffamazione, in quanto le accuse nei confronti di Johnny (di violenza verso Amber) sono risultate infondate. A pagare lo scotto di un simile processo mediatico, tutt’altro che privato, è stato soprattutto lo stesso Johnny, infatti gli scontri tra i due hanno inevitabilmente costretto molti registi a non inserire il nome di Depp tra i candidati per i loro ruoli. E, di fatto, la carriera dell’attore ha subito un inevitabile tracollo (almeno momentaneo).

Non tutti sono dalla parte di Johnny Depp

Le udienze in diretta, seguite da milioni di persone in tutto il mondo, non hanno fatto altro che dividere ulteriormente l’opinione pubblica americana, tra chi lo vedeva come colpevole e chi, invece, l’ha sempre sostenuto nella battaglia legale. La vicenda ha riscosso un tale seguito che ne è stato addirittura pubblicato un film (“Hot Take: The Depp/Heard Trial“) dove si ricostruiscono i passaggi di questa guerra privata, ma in realtà mediatica. Nonostante il fatto che sia caduta ogni accusa di violenza domestica, e che per Johnny stia iniziando una nuova fase della vita, non tutti lo credono innocente, continuando a sostenere che ogni attività dell’attore 59enne debba essere boicottata.

Un esempio di ciò è la recente sfilata evento di Savage X Fenty, il marchio di lingerie di Rihanna. Il suo cameo (vestaglia, canotta con ampio scollo e un paio di pantaloni del pigiama) è stato da molti criticato (sostenitori della Heard), tanto che ha impazzato sul web l’hashtag #DitchDepp, ossia “Molla Depp”: un esplicito invito a Rihanna a prendere un’altra posizione nei confronti dell’attore. Anche l’artista britannico Olly Alexander ha criticato il coinvolgimento di Depp nella sfilata, annunciando che non indosserà più i capi del marchio di RiRi (Rihanna).

Gli appuntamenti di Johnny per il futuro e il ritorno di Jack Sparrow

Ad ogni modo, molti sono anche i fan e i sostenitori di Johnny i quali, a seguito del recente verdetto, hanno chiesto a gran voce che Depp venisse reinserito nel cast della saga Pirati dei Caraibi – per il sesto capitolo – riferendosi soprattutto alle case di produzione cinematografiche, affinché ci fosse una forte presa di posizione da parte di queste ultime. Per di più Johnny, che non sembra curarsi troppo di tutte le indignazioni nei suoi confronti, è tornato a suonare insieme a Jeff Beck (con una tappa anche in Italia, in occasione dell’Umbria Jazz). Inoltre è tornato sul set, dopo tre anni di assenza, del film in costume “Jeanne Du Barry“, nel quale interpreta Luigi XV.

Si sa anche che l’attore tornerà a dirigere un film a 25 anni da “Il coraggioso“, una pellicola presentata e successivamente bocciata dalla critica, al Festival di Cannes. Questa volta si tratterà invece di un lungometraggio sul pittore Modigliani (che sarà ambientato nella Parigi del 1916) prodotto da Al Pacino e tratto da una pièce teatrale di Dennis McIntyre.

Serena Pala

Seguici su Google News

Back to top button