13.3 C
Roma
Gennaio 21, 2021, giovedì

Jaguar eTrophy | Le prime impressioni dopo la gara Araba

- Advertisement -

La gara nella grande Riyad è stata spettacolare; un perfetto antipasto per apprezzare, poco dopo, la classe regina. I giaguari della casa inglese si sono fatti apprezzare nella splendida cornice del circuito di Ad Diriyah, portando in pista 12 delle loro auto full-electric.

Impressioni Jaguar eTrophy. La prima gara della categoria che affiancherà la Formula E per tutta la stagione ci ha stupiti, in positivo o in negativo? Ecco le primissime impressioni su questa categoria che è destinata a spiccare il volo. 

Impressioni Jaguar eTrophy – Cosa ci ha detto la prima corsa

Le auto: i gioiellini portati in pista dal reparto corse britannico sviluppano 400 cv e una coppia di 696 Nm. Dei veri e proprio missili, che nel week-end Arabo, hanno dimostrato di essere veloci e divertenti da guidare, aiutate sicuramente dalle ruote coperte che hanno permesso battaglie dure ma senza conseguenze. Quello che ha stupito maggiormente è stata la grande affidabilità delle batterie che hanno permesso ai 12 piloti di concludere la gara, spingendo dallo spegnimento dei semafori, fino alla bandiera a scacchi, generando gruppi compatti e costantemente in battaglia.

Impressioni Jaguar eTrophy
Jaguar I-Pace eTrophy | Ecco i giaguari della squadra corse inglese, pronte a partire ( Photo credit: Media Jaguar Racing)

La pista: il fatto che queste vetture corrano sullo stesso layout della classe regina, è sicuramente un punto a favore. Il circuito di Ad Diriyah sicuramente non è stato il migliore scenario per i sorpassi, ma abbiamo potuto apprezzare, tramite alcuni onboard, come i 12 piloti potessero spingere tra le oltre 20 curve del tracciato. Infatti, nonostante il peso, la squadra corse Jaguar, ha trovato un assetto molto preciso e poco sottosterzante, permettendo una guida divertente.

I piloti: Sicuramente non lo scopriamo oggi; il circus della Formula elettrica vuole essere sempre all’avanguardia sulle motorizzazioni, sui circuiti ma soprattutto con la quote rosa. Quello che è saltato all’occhio sono state le presenze titolari di due donne, che non sono state a guardare e hanno portato a casa molti sorpassi e  il giro veloce (con Katherine Legge). Abbiamo visto, anche nei test della Formula E come questo argomento sia all’ordine del giorno per Barnaby (Jaguar eTrophy manager) e Agag (presidente FormulaE).

Impressioni Jaguar eTrophy
Jaguar I-Pace eTrophy | Le auto impegnate nel e-prix di Ad Diriyah (Photo credit: dal web)

Impressioni Jaguar eTrophy – Il paragone con la Porsche Supercup

Per chi segue la Formula1 e le categorie che gravitano intorno, il confronto con la Porsche supercup, è d’obbligo. L’impressione è che la Jaguar I-Pace eTrophy non abbia nulla da invidiare alla monomarca tedesca. L’unica cosa che manca, forse è solo il sound; il giaguaro, infatti riesce ad far comprendere la sua velocità solo tramite le Michelin, con un sibilo fisso a cui si dovrà fare l’abitudine.

Impressioni Jaguar eTrophy
Porsche Supercup sul circuito tecnico di Catalunya (Photo Credit: dal web)

Un’altra caratteristica che distingue le due categorie, è sicuramente la differenza di tracciati. La Jaguar sfreccia e elettrizza i city centre delle maggiori capitali mondiali, mentre il cavallino di Stoccarda emoziona le piste storiche di tutto il globo, tra cui Spa-Francorchamps, Monza o Catalunya. Le due categorie mostrano molte differenze rimanendo comunque molto simili a livello di concetto di week-end di gara.

Impressioni Jaguar eTrophy – Riuscirà a farci divertire ancora?

In conclusione, la Jaguar I-Pace eTrophy convince, ma deve continuare a dimostrare di essere una categoria divertente e che possa essere il perfetto antipasto ad un campionato in grande ascesa come la Formula E. Ci riuscirà? La risposta forse arriverà in Messico il 16 febbraio, o forse dovremo aspettare ancora un po’?

SEGUICI SU:

CANALE INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
CANALE TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsport
PAGINA TWITTER: https://twitter.com/MmiMotorsport

NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Gianmarco Pierihttps://metropolitanmagazine.it/author/gianmarcopieri/
Classe '98, studente di Ingegneria meccanica, romano e una passione per i motori che scorre nelle vene sin da piccolo. Rimasto stregato dalla F1 e successivamente dall'elettrizzante Formula E! Accreditato al Berlin ePrix 2019 du Formula E
- Advertisement -

Continua a leggere

Elena Fedriga, ecco chi è la moglie del presidente del Friuli Venezia Giulia

Elena Fedriga, ecco chi è la moglie del presidente del Friuli Venezia Giulia. Trentottenne originaria del pordenonese, triestina d'adozione, referente regionale del...

Alicia Vikander e Michael Fassbender genitori in gran segreto

Alicia Vikander e Michael Fassbender, una delle coppie più amate del cinema, sarebbero diventati genitori in gran segreto. Su Twitter, infatti, un...

Antonio Tajani, chi è la moglie Brunella Discoteca

Ex insegnante di educazione fisica, una donna distinta alla soglia dei 60 anni, Brunella Tajani ha saputo essere la spalla di un uomo che...
- Advertisement -

Ultime News

Lutto nel mondo Ferrari, ci saluta Mauro Schedoni il “sarto” del Cavallino Rampante

Lutto nel mondo Ferrari: è scomparso Mauro Schedoni famoso per aver creato la valigeria di lusso nel mondo dell'automotive

F1, Toto Wolff: Valtteri Bottas e il fattore mentale

Toto Wolff parla della stagione 2020 di Valtteri Bottas, ponendo l'accento sull'importanza del fattore mentale nella gestione di un pilota

Leclerc e Russell: giovani campioni a confronto

Charles Leclerc e George Russell sono due giovani talenti della Formula 1. Il nostro confronto tra questi due promettenti campioni di F1

Aston Martin ed il ritorno in F1

La stagione 2021 di Formula 1 vedrà il ritorno di Aston Martin nella classe regina. Molte le aspettative e le ambizioni del nuovo team.

Classifica Club Ferrari: quello di Catanzaro è al 5° posto mondiale

Classifica club Ferrari, quello di Catanzaro al quinto posto assoluto a livello mondiale. Un anno di successi nonostante il Covid-19
- Advertisement -