JK Rowling e il potere dell’immaginazione

JK Rowling non è solo la “mamma” di Harry Potter, ma anche una donna profondamente impegnata a livello umanitario, sostenitrice di innumerevoli cause benefiche e penna prolifica ed instancabile. Perchè “Non occorre la magia per trasformare il mondo”. Sono sufficienti la capacità di immaginarlo migliore e la volontà di agire con coerenza e coscienza, ciascuno coi mezzi a sua disposizione.

JK Rowling, non solo Harry Potter

Tra il 1997 e il 2007, JK Rowling ha intrattenuto i ragazzi e gli adulti di tutto il mondo narrando le incredibili avventure di Harry Potter, Ron ed Hermione. Oltre 500 milioni di copie vendute, tradotte in ottanta lingue e trasposte in otto film di successo planetario. Tra il 2001 e il 2008 ha pubblicato tre libri ancora legati all’universo potteriano: Il Quidditch attraversi i secoli, Gli animali fantastici: dove trovarli e Le fiabe di Beda il Bardo. I proventi ricavati dalla loro vendita hanno finanziato progetti di sostegno e aiuto a vantaggio dei popoli e dei paesi più poveri del mondo.

Nel 2012 ha pubblicato Il seggio vacante, primo romanzo destinato esclusivamente ad un pubblico adulto. Tra il 2013 e il 2018 si è dedicata, sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith, ai primi quattro volumi della saga poliziesca con protagonista Cormoran Strike. Veterano della guerra in Afghanistan ed investigatore privato, le sue vicende sono state adattate per la televisione dalla BBC.

JK Rowling, Primi tre volumi della saga dedicata a Cormoran Strike, Salani Editore - Photo Credits: web
JK Rowling, Primi tre volumi della saga dedicata a Cormoran Strike, Salani Editore – Photo Credits: web

Nel 2016 ha dato seguito alla storia personale di Harry in un’opera teatrale, Harry Potter e la Maledizione dell’Erede, ambientata diciannove anni dopo la Battaglia di Hogwarts.

JK Rowling, “Buona vita a tutti”

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione è un libro edito in Italia da Salani nel 2017. In poche pagine è condensato un lungo e significativo discorso tenuto dalla scrittrice nel 2008, rivolto ai neolaureati di Harvard in occasione della cerimonia di consegna dei diplomi. Avere il coraggio di tentare, pur consapevoli della possibilità di fallire, e possedere l’umana capacità di immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati: questi i temi affrontati.

È impossibile vivere senza fallire in qualcosa, a meno che non viviate in modo così prudente da non vivere del tutto. In quel caso, avrete fallito in partenza.

Potrebbero apparire come parole stereotipate, espressione di luoghi comuni, se a pronunciarle non fosse una donna che ha sperimentato sulla propria pelle cosa significhi fallire. Un matrimonio naufragato quasi subito, una forte depressione e una situazione finanziaria disastrosa alle spalle. Poi la rinascita, la forza di reagire alle avversità e di diventare una delle scrittrici più celebri al mondo.

Il sapere che vi rialzate più saggi e più forti dalle cadute significa che sarete, da allora in poi, sicuri nella vostra capacità di sopravvivere. Non conoscerete mai voi stessi, e la forza dei vostri legami, fino a quando entrambi non saranno provati dalle avversità.

L’Ickabog

Sarà pubblicato il 10 novembre 2020, sempre da Salani, L’Ickabog, la fiaba inedita scritta dalla Rowling e rivolta a bambini e ragazzi. Si tratta di una storia nata oltre dieci anni fa, che la scrittrice britannica leggeva ai suoi figli per farli addormentare. La prima bozza de L’Ickabog è rimasta celata all’interno di una scatola in una soffitta polverosa per molto tempo, fino a quando non è scattato il lockdown anche in Inghilterra.

A quel punto la scrittrice, una volta riletta e revisionata, ha deciso di pubblicarla online, in forma gratuita, nella speranza che potesse portare un po’ di magia tra i più piccoli, di colpo costretti in casa in un momento particolarmente strano e difficile. La Rowling ha anche lanciato una competizione online, invitando i bambini ad illustrare la storia, man mano che veniva pubblicata a puntate. Il libro, nella sua versione integrale, sarà così animato proprio dai disegni dei giovani vincitori, tra i 7 e 12 anni.

JK Rowling, L'Ickabog, Salani Editore - Photo Credits: web
JK Rowling, L’Ickabog, Salani Editore – Photo Credits: web

Come scrive la stessa autrice, L’Ickabog è una storia sulla verità e sull’abuso di potere, temi che potrebbero essere applicati a qualsiasi epoca o paese. Ma la speranza e l’amicizia finiscono sempre per trionfare su tutte le avversità.

I proventi derivanti dalla vendita del libro, acquistabile sia un formato cartaceo che digitale, saranno devoluti dalla Rowling alla fondazione benefica The Volant Trust, impegnata a livello internazionale ad aiutare quanti sono stati colpiti dalla pandemia di Covid-19.

Silvia Staccone

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA