È online da poche ore su Jova.TV in free streaming “Oh, vita! Making an album”. Il documentario racconta la nascita del lavoro del 2017, il quattordicesimo nella carriera di Jovanotti. Lorenzo lo annuncia così a sorpresa su Instagram, tra un commento sulla mostra di Raffaello e un nuovo libro in lettura sul suo comodino. Il video era rimasto inedito online e oggi Lorenzo ha deciso di pubblicarlo. La narrazione è affidata alla regia di Michele Maikid Lugaresi e testimonia l’incontro con Rick Rubin, definito da Lorenzoil miglior produttore di tutti i tempi”.

Jovanotti racconta “Oh, vita!”

Un mix di due identità diverse che si incontrano e danno vita a quello che per Lorenzo è stato un lavoro di svolta, dove ha imparato che “less is more”, che spesso per aggiungere emozione bisogna togliere, che semplificare significa esaltare il contenuto. Un backstage che ci riporta indietro nel passato recente e ci fa risuonare in testa canzoni come “Le canzoni”, “Chiaro di luna” e “In Italia”, quest’ultima più che mai attuale, con quel testo che dice: “L’Italia profonda che non affonda”.

Lorenzo Jovanotti da oggi in free straming "Oh, vita! Making an album"
Lorenzo Jovanotti da oggi in free straming “Oh, vita! Making an album” – Photo Credits: Il messaggero

Una ripartenza che ha poi condotto Lorenzo dalla semplificazione massima all’estrema complicazione dell’organizzazione dell’eccezionale tour “Jova Beach Party”. Un’escalation di energia compressa che è poi sfociata in una gioiosa esplosione di vita e di musica. Nel documentario Lorenzo si mette a nudo spiegando le sue emozioni e il suo rapporto con la musica, le paure e l’adrenalina. Jovanotti ci porta nel suo mondo, nelle sue canzoni, ci sono le session in sala di registrazione e i giri in moto, il suo amore per l’Italia e per l’arte, i selfie con i fans e il temporary store.

Jova Pop Shop

Jova Pop Shop”, in realtà, è stato molto più di un temporary, perché lì l’album “Oh, vita!” si è animato e ha ampliato il suo raggio d’azione. L’esperienza dello shop aperto a Milano, che ogni giorno ospitava performance di Lorenzo e tantissimi artisti suoi amici è, ancora oggi, un’idea che ha lasciato il suo strascico. Sarebbe bellissimo se il “Jova Pop Shop” potesse riaprire per tornare ad irraggiare la sua positività. Ma Lorenzo non si ripete, è già avanti, starà sicuramente immaginando qualcosa di straordinario per il suo ritorno. Non ci resta che attendere.

Seguici su: Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA