23.4 C
Roma
Maggio 8, 2021, sabato

Juventus-Milan 2-1: in rimonta la decide ancora Kean

- Advertisement -

La Juventus è indomabile, lo Scudetto è davvero ad un passo. Il Milan perde ancora punti nella rincorsa Champions League.

PRECEDENTI E STATISTICHE:

Il totale dei confronti in Serie A tra le due squadre è di 167: il bilancio è a favore della Juventus, che ne ha vinti 64. 54 sono i pareggi, 49 invece le vittorie del Milan.

Quello di stasera sarà il terzo Juventus-Milan in questa stagione, dopo il match d’andata e la finale di Supercoppa. In entrambe le occasioni hanno vinto gli uomini di Allegri. Ai bianconeri mancano due vittorie per la vittoria aritmetica dell’ottavo scudetto consecutivo. Il Milan, invece, è a caccia di punti preziosissimi per la corsa Champions, dopo aver conquistato un solo punto nelle ultime partite. Non sarà affatto facile per i ragazzi di Gattuso fare punti all’Allianz: negli ultimi 12 precedenti il Milan ha vinto soltanto una volta contro la Juventus.

L’ultimo precedente: Juventus-Milan, 1-0 (Cristiano Ronaldo) in Supercoppa Italiana.

TABELLINO:

JUVENTUS (3-5-2) Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Rugani; Spinazzola, Bentancur, Emre Can, Alex Sandro; Bernardeschi; Dybala, Mandzukic.

MILAN (4-3-3) Reina; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Piatek, Borini.

MARCATORI: Piatek 39′, Dybala 60′, Kean 86′

CARTELLINI: Bernardeschi 40′, Musacchio 58′, Calhanoglu 77′, Mandzukic 86′

ARBITRI: Fabbri (direttore di gara), Ranghetti – Del Giovane (assistenti), La Penna (IV uomo), Calvarese (VAR), Tolfo (AVAR).

STADIO: Allianz Stadium, Torino.

CRONACA MATCH:

Parte subito forte la partita: il Milan sfiora il vantaggio con Piatek che a due passi da Szczesny non inquadra la porta, di testa. Al 6′ ci prova Suso con un tiro dai 25 metri che non impensierisce il portiere bianconero. Partita molto spezzettata con molti contatti in questa fase. Al 24′ esce Emre Can per infortunio, al suo posto dentro Sami Khedira che torna in campo dopo il problema al cuore prima della partita con l’Atletico. Altra grande occasione per i ragazzi di Gattuso al 30‘: Kessie riesce a calciare da dentro l’area di rigore ma non inquadra lo specchio. Si sblocca il risultato al 39′ con Piatek che sfrutta un errore in uscita della Juve e firma l’1-0 per il Milan. Al 47′ grandissimo gesto tecnico di Mandzukic che in rovesciata non riesce a bucare Reina, molto attento. Pochi minuti dopo ci prova Dybala, al volo, su lancio di Bonucci, ma anche in questo caso è pronto Reina a parare.

Il secondo tempo inizia con gli stessi che avevano terminato i primi 45′. Sempre Piatek il più pericoloso per il Milan: il polacco ci prova al 51′ con un tiro a giro da fuori area, parato bene dal connazionale Szczesny. Questa volta è Borini a impensierire la Juve al 57‘ con un tiro di mancino a incrociare che esce di poco. Un minuto dopo, Musacchio stende Dybala in area, rigore per la Juve. E’ lo stesso Dybala a battere e segnare dagli 11 metri il gol dell’1-1. Rispondono i rossoneri al 63‘ con Borini che si libera di De Sciglio e calcia sull’esterno della rete. Poco dopo è Calhanoglu che ci prova su punizione e di poco non sorprende il portiere bianconero. Partita bellissima in questa fase con azioni da una parte e dall’altra: prima Piatek non riesce a calciare a tu per tu con Szczesny, poi Bentancur colpisce Musacchio a colpo sicuro. Occasionissima per Alex Sandro che di testa non riesce a inquadrare la porta di Reina con la palla che esce di poco. E’ forcing Juve ora: Bernardeschi, in velocità, salta Romagnoli ma calcia alto. La ribalta il solito Kean all’84, servito benissimo da Pjanic, buca Reina ed è 21 Juventus. Finale di partita elettrizzante ora con il Milan che prova il tutto per tutto. 4 minuti di recupero. La partita finisce qui, 2-1 Juventus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -