Esteri

Kamala Harris: pioggia di critiche al suo discorso in Guatemala contro i migranti

Adv

Kamala Harris è stata eletta 59° vicepresidente degli Stati Uniti il 20 gennaio 2021 dopo essere stata scelta, dall’allora candidato alle presidenziali Joe Biden, il 12 agosto 2020 come vicepresidente nel caso di vittoria alle elezioni. Con la vittoria di Biden, Kamala, è diventata la prima donna vicepresidente degli Stati Uniti e la prima vicepresidente asio-americana nella storia degli Usa.

Kamala Harris ai migranti “Non venite negli Stati Uniti”

In questi giorni la Harris si trova ad affrontare il primo viaggio (politico) all’estero da quando è stata eletta, e ha fatto visita già a Guatemala e Messico, ma qualcosa durante il suo viaggio ha suscitato dei malumori e anche del sarcasmo.

Joe Biden si è sempre mostrato, a livello di politica migratoria, un po’ più umano rispetto al suo predecessore Trump stanziando anche dei fondi (circa 4 miliardi di dollari) per i paesi centro americani per creare sviluppo e lavoro, affidando alla sua vice il dossier sull’immigrazione,.

Kamala Harris sta stringendo vari accordi per la cooperazione: è riuscita a portarsi a casa un accordo con il presidente messicano Lopez Obrador ma ancora non si sono placate le tensioni diplomatiche con l’Honduras, El Salvador e Nicaragua.

Proprio a causa delle immigrazione Kamala Harris, è finita in una pseudo bufera. Il motivo è stato un discorso da lei pronunciato davanti al presidente del Guatemala: “Non venite negli Stati Uniti, noi continueremo ad applicare le nostre leggi e a difendere i nostri confini. Se venite sarete respinti […] Voglio essere chiara con chi sta pensando di intraprendere quel pericoloso viaggio verso la frontiera“.

Critiche dalla Ocasio-Cortez e Meloni

Una delle prime voci politiche a mostrarsi contraria a quanto pronunciato dalla vice presidente è Ocasio- Cortez che in un tweet ha detto: “Primo, cercare asilo in qualsiasi punto del confine è un metodo legale di arrivo al 100%. Secondo, gli Stati Uniti hanno speso decenni contribuendo al cambio di regimi e a destabilizzare l’America Latina. Non possiamo incendiare la casa di qualcuno e poi incolparlo perché fugge“. Parole dure quelle di Alaxandra Ocasio-Cortez che non è stata l’unica a criticare la Harris poiché le sue parole hanno ricordato la politica messa in atto dall’ex presidente degli Stati Uniti.

Anche in Italia c’è stato chi ha voluto esprimersi. Giorgia Meloni ad esempio, sempre in un tweet ha scritto: “La vicepresidente americana e idolo della sinistra Kamala Harris ora parla come Trump e, rivolgendosi ai migranti che vorrebbero entrare negli Stati Uniti, dice chiaramente che l’immigrazione illegale sarà contrastata. Così come fa qualsiasi nazione al mondo, tranne l’Italia ostaggio della sinistra immigrazionista. Che dite, sentiremo il solito grido sdegnato di politici, giornalisti e intellettualoni nostrani o questa volta faranno finta di niente?“.

Adv
Adv
Adv
Back to top button