Cinema

Kasia Smutniak interpreta Drusilla in “Domina”: «Forse è stata la vera prima femminista»

Il 14 maggio 2021 debutterà su Sky con tutti e gli otto episodi subito disponibili, in onda anche ogni venerdì su Sky Atlantic, la nuova serie Sky Original: Domina. Racconta della terza ed ultima moglie di Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto. Era una donna intelligente, ambiziosa, brillante, potente consigliera del marito, è considerata da alcune teorie storiografiche la mente politica che avrebbe influenzato molte sue scelte.

Kasia Smutniak vestirà i panni dell’eccellente donna: Livia Drusilla. L’attrice la interpreterà nella sua età adulta e ha affermato:”Mi ha affascinato che il progetto fosse costruito intorno a una figura storica fondamentale per la sua epoca ma raccontata poco e cosi poco conosciuta oggi. Parlarne mi è sembrato importante ancora di più nel momento che viviamo. Abbiamo bisogno di storie su donne forti ma anche fragili e soprattutto che hanno avuto un grande impatto. E farlo in un progetto che raccontasse quest’epoca da un punto di vista femminile, era decisivo”. 

Per Kasia Smutniak “Livia forse è stata la vera prima femminista, ha creato leggi apposta per le donne, che consentissero loro di mantenere le proprietà e non perdere i figli dopo il divorzio. Allora le donne erano come oggetti di riproduzione. Questa è una storia che ci dice come 2000 anni fa fossero stati fatti dei passi avanti poi cancellati. È un allarme che vale anche oggi, ci dice come certe conquista possano essere messe a rischio”. “La prima regola del potere è la sopravvivenza. Ma quella è sempre con me”. Sono le parole con le quali conosciamo Livia Drusilla nella serie tv.

Il cast del racconto comprende Matthew McNulty (Augusto, interpretato nei primi due episodi da a Tom Glynn-Carney); Claire Forlani, Colette Dalal Tchantcho, Liam Cunningham e Isabella Rossellini che tratteggia con grande carisma la matrona di un lupanare, Balbina. La serie, girata a Cinecittà prodotta da Sky Studios, Fifty Fathoms e Tiger Aspect Productions, è creata e scritta da Simon Burke. Fondamentale l’apporto per l’ambientazione dei costumi del premio Oscar Gabriella Pescucci e le scenografia di Luca Tranchino.

Giulia Di Maio

Back to top button