Gossip e Tv

Ken umano ora è Barbie: prima e dopo, com’è cambiato Rodrigo Alves

Ricordate Rodrigo Alves, meglio conosciuto come il Ken Umano, è la star di origini brasiliane diventata celebre per gli innumerevoli interventi di chirurgia plastica a cui si è sottoposto per trasformarsi in una bambola in carne e ossa e oggi si torna a parlare di lui. Si è rifatto praticamente tutto, dal naso alla bocca, fino ad arrivare agli addominali, ha addirittura eliminato alcune costole pur di somigliare al suo mito, operazione con cui ha rischiato di perdere la vita. Nonostante ciò, pare che non abbia alcuna intenzione di smettere con i ritocchini: ora, dopo aver dichiarato di essersi sempre sentito donna, vuole diventare una vera e propria Barbie. Sta affrontando il periodo di transizione per cambiare sesso, in maniera tale da stravolgere in maniera ancora più drastica il suo aspetto.

Ken Umano prima

Ken umano ora è Barbie: prima e dopo, com'è cambiato Rodrigo Alves

Per trasformarsi nel Ken umano, Rodrigo Alves si è sottoposto a decine e decine di interventi chirurgici, arrivando a spendere un’ingente somma di denaro. Ha cominciato con il trapianto ai capelli, è passato poi al setto nasale, alla liposuzione, a dei ritocchi per avere degli addominali scolpiti, dei pettorali muscolosi e una mandibola perfetta. Fino al 2017 contava 58 operazioni per un totale di 8.000 sterline, ovvero oltre 9.600 euro, ma questi numeri sono diventati decisamente più elevati in poco più di due anni. Il motivo? Rodrigo vuole diventare donna e ha modificato ancora una volta il suo corpo per avere un aspetto femminile prima di arrivare al più drastico cambio di sesso.

Negli ultimi mesi Rodrigo Alves è tornato sulle pagine dei giornali con la sua ennesima trasformazione, questa volta, però, ad aver attirato l’attenzione dei media non è stato un intervento chirurgico estremo, quanto piuttosto la sua volontà di cambiare sesso. Ken sta diventando una Barbie umana, ha detto addio agli addominali e sfoggia un seno procace, i fianchi rotondi e dei lunghissimi capelli biondi. Il motivo per cui lo ha fatto? Non solo ha dichiarato di essersi sempre sentito intrappolato nel corpo sbagliato, ha anche spiegato di essere nato con una disfunzione che non gli ha mai fatto produrre testosterone. Da sempre quando era solo in casa si travestiva da donna ma solo oggi ha trovato il coraggio di rivelare la sua transessualità.

Barbie poi…

L’ex Ken umano, all’anagrafe Rodrigo Alves, è una Barbie a tutti gli effetti. Ha scelto di chiamarsi Jessica Alves e si è sottoposta ad oltre 90 interventi di chirurgia estetica per ottenere l’immagine dell’iconica bambola della Mattel. Ospite del programma This Morning, ha dichiarato:

“Dopo tanti interventi di chirurgia plastica, ho raggiunto questo look e quindi assomiglio a Barbie. Penso di avere un bell’aspetto, mi sento bene e quando mi sveglio e mi guardo allo specchio dico grazie a Dio ogni mattina”.

Nonostante sia quasi identica ad una Barbie, l’ex Ken umano non è ancora felice al 100%. Si dice contenta al 95% perché il suo naso non è perfetto. Dopo averlo ritoccato più e più volte, “se lo toccano ora morirà“. Jessica ha ammesso:

“Se mi guardi, è evidente che il mio naso è rovinato. Ho subito più di dieci interventi di chirurgia plastica al naso, ho avuto problemi. È stato impossibile trovare un chirurgo in tutto il mondo che potesse davvero sistemare il mio naso”.

Alessia Spensierato

Alessia Spensierato, Editore (Owner & Founder) della testata giornalistica di Metropolitan Magazine. La scrittura è la sua più grande passione, ha scritto il suo primo libro"Il silenzio in un caffè" pubblicato nel 2013 tra i top ten e-book dei più venduti nello stesso anno. Nel 2014 si cimenta nella scrittura del suo secondo "One Way", ex speaker radiofonica. Il mondo del Web l'ha sempre affascinata e oggi ha cercato di unire le sue più grandi passioni creando Metropolitan Magazine. Metropolitan Magazine oggi è una testata nota sia a Roma che in Italia. Non utilizza nessun aggettivo per definirsi, per lei esistono solo parole "nuove" che nessuno sa. "Il mondo è di chi lo disegna ogni giorno in modo diverso, a volte anche senza matite."
Back to top button