Arte e Intrattenimento

Kilig, parole dal mondo: l’emozione che pervade l’anima quando si ama

Adv

Kilig, un termine che designa la sensazione provata quando ci si trova di fronte a un qualcosa che si ama profondamente. Prettamente correlata all’amore, questa settimana la rubrica Parole dal Mondo, si sposta nelle Filippine.

Etimologia e farfalle nello stomaco

Il sentimento di eccitazione dovuto al contatto visivo con la persona amata; è questo che racchiude in sé il termine Kilig. Non esiste una definizione autentica del concetto, né una traduzione vera e propria di quest’ultimo: è infatti la parola è resa, spesso, con vocaboli quali vertigine, brivido, formicolio. L’etimologia del termine pare appartenga alla lingua austronesiana Tagalog, uno degli idiomi principali delle Filippine. Semanticamente, il suo significato è molto potente oltre che, abbastanza suggestivo e magico.

Kilig - Photo Credits: inunaltromondo.com
Kilig – Photo Credits: inunaltromondo.com

Strettamente correlata all’amore, la concezione che descrive si riferisce a quella sensazione elettrizzante e adrenalinica composta da batticuore, senso di eccitamento, emozioni e, tuttavia, un paradossale senso di benessere tipico delle prime fasi di innamoramento. Il termine è stato aggiunto all’Oxford English Dictionary nel marzo 2016 in qualità di sostantivo: è definito, appunto, come “brivido”. Mentre come aggettivo, si riferisce ad un’esperienza emozionante o romantica. 

Definizione scientifica e sociologica: kilig equivale all’amore?

Secondo Skilty Labastilla, membro del Dipartimento di Sociologia ed Antropologia presso l’Ateneo di Manila, il Kilig è una sensazione che pervade il soggetto solo nelle prime fasi di attrazione: quel romanticismo che si attua durante il corteggiamento iniziale, o comunque, l’emozione provato al principio di un’infatuazione. Scientificamente il neuropsicologo Dr. Danilo Tuazon, indica dei centri specifici deputati a far emergere la sensazione propria del Kilig: tra questi si annoverano ormoni che stimolano le emozioni, come il testosterone prodotto dalle cellule di Leydig , oltre che l’adrenalina e la noradrenalina prodotte dal midollo surrenale. In sociologia, il termine Kilig è visto come un sorta di infatuazione-attrazione iniziale che, non sempre, può sfociare in sentimento amoroso.

Adv
Adv

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Adv
Back to top button