Cronaca

Arrestato il killer che ha sparato alla piccola Noemi

E’ stato arrestato il killer che venerdì 3 maggio ha ferito gravemente a Napoli,in piazza Nazionale, il pregiudicato Salvatore Nurcaro, la piccola Noemi e sua nonna. L’uomo si chiama Armando Del Re ed è stato fermato anche il fratello Antonio. Migliora la bimba al Santobono

L’arresto del killer di piazza Nazionale

Un’operazione congiunta di tutte le forze di polizia, coordinate dal procuratore di Napoli Giovanni Melillo, ha portato all’arresto in provincia di Siena di Armando Del Re, il killer che venerdì scorso ha ferito la piccola Noemi e la nonna nell’attentato contro il pregiudicato Salvatore Nurcaro anche lui gravemente ferito. Oltre all’uomo, è stato arrestato in provincia di Napoli anche il fratello Antonio che è accusato di aver fornito al killer supporto logistico. Per entrambi è stata contestata la premeditazione

L’arresto di Antonio Del Re

C’è la camorra dietro l’agguato di Piazza Nazionale secondo il procuratore Melillo che esclude la pista della vendetta personale. Armando Del Re è al momento nella caserma Pastrengo dei carabinieri in attesa di essere interrogato. “Complimenti a forze dell’ordine, inquirenti e magistratura per la cattura del delinquente che ha sparato alla piccola Noemi. Nessuna tregua contro camorristi e criminali, lo Stato e i napoletani vinceranno la sfida. Lo stato risponde con i fatti e non con le parole”, ha detto il ministro dell’Interno Salvini commentando l’arresto del killer di Piazza Nazionale

arrestato il killer della piccola Noemi
Il killer Armando Del Re e la piccola Noemi, immagine tratta da onlinemagazine.it

Le condizioni di Noemi

Migliorano le condizioni della piccola Noemi che da venerdì è ricoverata all’ospedale Santobono di Napoli dove ha subito un delicato intervento chirurgico. “Lieve graduale miglioramento della funzione respiratoria”, si legge nel ultimo bollettino medico con cui viene annunciata la riduzione della ventilazione artificiale con la bambina che ora respira da sola ed è cosciente. “Voglio le mie bambole” sono state le prime parole della piccola che resta in prognosi riservata. Si continua dunque a lottare perché finalmente la piccola guarisca e torni a casa

Veglia di preghiera per Noemi dei fedeli di Madonna dell’Arco

E a Napoli lo si fa tutti insieme come dimostra la veglia di preghiera organizzata ieri sera fuori dal Santobono dalle associazioni di fedeli di Madonna dell’Arco, un santuario nella provincia di Napoli, con striscioni per la piccola Noemi. Si continua inoltre a lasciare senza sosta messaggi, disegni e giocattoli all’esterno del Santobono per incoraggiare e pregare per la guarigione della bambina. Anche il campione di Judo di Scampia Marco Maddaloni ha donato un kimono con l’iscrizione: “Noemi, Napoli non è questa, ti aspettiamo a Scampia, Marco Maddalonì”

Adv
Pulsante per tornare all'inizio