Games

Kingswood, la gara delle gilde

Kingswood – Per tutti gli amanti del fantasy, ecco un titolo leggero da intavolare anche con i meno esperti.
Kingswood è un gioco, edito in Italia da Little Rocket Games (che ringrazio per la copia), per 1-5 giocatori e della durata di 15-45 minuti circa.
L’autore è Henry Audubon, lo stesso di Parks, mentre le illustrazioni sono di Tristam Rossin.
L’impronta dell’autore è visibile soprattutto nel piazzamento lavoratori, questa volta in comune per tutti.
La casa editrice di Bracciano continua a farsi strada nel panorama ludico italiano, soprattutto dopo aver pubblicato successi come Eterea o Kingdom’s Candy Monsters e promettendone altri con grande aspettativa (come Calico ed il recente annuncio di Swordcrafters).

Kingswood – Ambientazione & Ispirazione

“Il Re ha riunito le Gilde più importanti del villaggio e ha lanciato una sfida: liberare la foresta circostante dai Mostri per guadagnare fama e gloria per la tua gilda!” – fonte Regolamento.

kingswood
Partita in corso – Photocredit: Emanuele Iuliano

All’apparenza Kingswood possiede un’ambientazione fantasy di tipo fiabesco, in verità tratta di una spietata gara tra gilde volta a guadagnare i favori del re. Per ottenere ciò, bisognerà vagare per i diversi luoghi del villaggio, alla ricerca delle risorse giuste per affrontare i mostri della foresta. Ogni gilda ha le sue caratteristiche, indicate dai poteri variabili.
Anche i luoghi mostrano tutti degli effetti diversi. I loro nomi sono ispirate alle classiche tappe di un avventuriero come la taverna, il mercato, il negozio di pozioni, ecc.

Spade, cuori e libri – Contenuto: con cosa giochiamo

Tutto l’occorrente per giocare a Kingswood è contenuto all’interno della sua scatola rettangolare, dallo spessore abbastanza sottile. Primeggia, in copertina, la sagoma di un personaggio incappucciato pronto ad addentrarsi nella foresta per affrontare i temibili mostri. Molto bello il logo del gioco rifinito in un oro luccicante.


Ecco il contenuto della scatola:
13 Plance Luogo (5 base 8 speciale)
42 Carte Mostro (25 Capitolo uno, 17 Capitolo due)
7 Carte Gilda
1 Plancia Segnapunti
7 Segnalini
110 Segnalini Risorsa (spada, libro degli incantesimi, moneta, cuore)
3 Pedine Avventuriero
1 Pedina Guardia del Re
1 Segnalino Primo Giocatore.

Tutte le componenti sono egregiamente illustrate con colori vivaci ed un tratto morbido. I segnalini (ad eccezione delle monete) presentano un retro in bianco e nero, ad indicare l’esaurimento degli stessi.
Le quattro pedine, insieme a quella del primo giocatore (la corona del re), sono realizzate in legno e riportano una stampa a colori dei personaggi che rappresentano.

Kingswood – Come si gioca

L’obiettivo è raccogliere più punti fama, indicati sulle carte mostro anche come set collection. La partita termina non appena si chiude il turno in cui uno dei giocatori avrà raggiunto i 20 punti sulla plancia apposita.
Per poter affrontare i nemici, bisognerà racimolare ed utilizzare le risorse offerte dal gioco; spade, cuori, monete e libri degli incantesimi. Ma entriamo nel dettaglio.

kingswood
Riserva del giocatore con mostri sconfitti – Photocredit: Emanuele Iuliano

Ogni giocatore interpreta una gilda, con delle specifiche risorse iniziali ed un’abilità particolare.
Il tabellone di gioco è rappresentato dalle 5 plance base ed una speciale, poste in cerchio. Verranno piazzate, inoltre, le pedine avventuriero e Guardia del Re singolarmente su alcuni di questi luoghi.
Durante il proprio turno un giocatore dovrà scegliere tra “Esplorare” e “Raccogliere“.

Esplorare: il giocatore attivo muove una delle pedine avventuriero in un luogo adiacente, oppure può allungare il suo movimento pagando una moneta per saltare ogni posizione che vuole.
Innanzitutto, decide se attivare l’abilità del luogo di partenza.
Poi, fa lo stesso anche con quello di arrivo.
Non ci si potrà fermare in un luogo che presenta già un’altra pedina, sia essa avventuriero o guardia.
Dopo aver svolto l’azione del luogo, andrà riposizionata la pedina della guardia sul luogo d’arrivo, così che il giocatore successivo non possa utilizzarlo nuovamente (a meno che un’abilità non indichi diversamente).

Raccogliere: molto semplicemente, si ottengono due monete da aggiungere alla propria riserva, rimuovendo dal gioco per un turno la pedina Guardia del Re.
Questo renderà inutilizzabile la stessa azione per il giocatore successivo, ma non gli porrà limiti nella scelta del luogo per l’azione “Esplorare”.

Descrizione dei luoghi base

In Kingswood sono presenti 5 luoghi base e 7 luoghi speciali.
A seguire, i luoghi base:
Accademia, consente di ottenere o ricaricare i segnalini Libro degli incantesimi
Maniscalco, consente di ottenere o ricaricare i segnalini Spada
Taverna, consente di ottenere o ricaricare i segnalini Cuore
Mercato, fa ottenere 3 Monete
Foresta, presenta 3 carte Mostro a faccia in su; è possibile combatterli utilizzando le risorse raccolte. Si rifornisce a fine turno.

I mostri presentano un determinato requisito per essere sconfitti, può essere tanto l’esaurimento quanto lo scarto di alcuni segnalini.
In cambio, riportano dei punti fama. Alcuni si ottengono immediatamente, mentre altri anche a fine partita.

kingswood
Carte Gilda – Photocredit: Emanuele Iuliano

Non vi illustrerò anche i luoghi speciali, così da stimolare un po’ la vostra curiosità!

Bisogna specificare che alcune abilità o luoghi speciali, consentono di Catturare un mostro. Ciò è diverso dal sconfiggerlo.
In poche parole, permette al giocatore di “prenotare” un mostro alla volta, per poterlo attaccare in un secondo momento. Questo sarà possibile farlo, sempre visitando la Foresta.
Come annunciato, la partita termina con la fine del round in cui uno dei giocatori avrà raggiunto almeno 20 punti fama.

Kingswood – Titoli di coda

Di Kingswood mi ha attratto soprattutto e a primo impatto l’aspetto estetico. Avevo proprio voglia in avventurarmi in un classico fantasy fiabesco. Sentivo la necessità di impersonare un eroe tipico del genere, magari un mago, pronto a raccogliere esperienza per affrontare un’innumerevole serie di mostri.
Posso affermare che questo titolo mi ha regalato, in parte, alcune di queste sensazioni.
Ha sicuramente un meccanismo ed una giocabilità più semplice di quel che mi aspettassi. Ma non facile.
Kingswood risulta essere abbastanza stretto e quasi privo di alea.
Le componenti sono molto belle e ben realizzate. I materiali sono giusti per quel che è richiesto. Magari i segnalini potevano essere di legno, o metallo per le monete, però credo che sarebbe stato eccessivo. Nonostante ciò, esiste una versione avanzata che li contiene insieme a delle promo.
La variabilità è data solamente dalla casualità dei mostri, anche se divisi in Capitolo 1 e Capitolo 2; oppure dall’inclusione di un luogo speciale diverso ad ogni partita. Ecco, forse ne avrei inseriti di più.
Ottima la possibilità di poter giocare fino a 5 giocatori, anche se ciò ne aumenterebbe la durata ed il peso.

Esiste anche una variante solitario, della durata circa di 15 minuti. In tal caso bisognerà affrontare da soli i mostri della foresta, i quali verranno rivelati uno per volta ad ogni turno. La partita sarà persa non appena 4 o più mostri presenzieranno nella foresta. Al contrario, se sconfiggerete due bestie tra il Drago, il Gigante o il Genio allora vincerete.
Insomma, Kingswood resta un ottimo introduttivo adatto a chi ama sentirsi parte di un’avventura fantastica.

Ecco il link all’unboxing.

Il Re attende di scoprire quale sarà la gilda migliore del suo regno. Sbaglio o è proprio la tua?

Have a good game!

Seguici su:

Emanuele Iuliano

Napoletano all'anagrafe ma viaggiatore di innumerevoli mondi grazie alla sua fantasia. I boardgames si annoverano fra le sue più grandi passioni, insieme a quella per la scrittura. Dall'unione di queste, nasce la voglia di entrare a far parte del team di Metropolitan Magazine Italia, in particolare tra i folli Unicorni di InfoNerd.
Back to top button