MovieNerd

Kong: Skull Island, l’Ottava Meraviglia del Mondo

Film come “Kong: Skull Island” (stasera su Italia 1 alle 21:20) esistono proprio per ricordarci la potenza dei prodotto privi di pretese artistiche ma incredibilmente divertenti!

Opere che non hanno certo la pretesa di rivaleggiare con “Quarto Potere” o che puntano agli Oscar o tantomeno al rispetto della critica ma che vogliono soltanto svolgere il compito principale del Cinema: intrattenere.

Kong Skull Island
Kong Skull Island. PhotoCredit: Web

Anni orsono rientravano in questa categoria anche i Monster Movies. Quelli con Godzilla, Rodan e altri ancora, per intenderci. E in un’epoca come la nostra segnata dall’effetto nostalgia, perché non recuperare anche questo filone? Iniziò tutto con “Godzilla” nel 2014 ed è proseguito l’anno scorso con il suo seguito, “King of the Monsters”. Nel mezzo c’è stato il ritorno del mostro cinematografico per eccellenza: King Kong.

King Kong
King Kong. PhotoCredit: Web

Non lo vedevamo dal 2005 con il pregevole film diretto da Peter Jackson con cui questo “Skull Island” condivide ben poco. Invece dei vezzi d’autore e il budget stratosferico, il titolo firmato da Jordan Vogt-Roberts ha ambizioni decisamente più basse. Omaggio al cinema di serie B d’altri tempi, Kong contiene tutti i cliché che ci si aspetta.

Abbiamo l’ambientazione d’epoca (la fine del conflitto in Vietnam, la Guerra Fredda), i dialoghi pieni di adorabili luoghi comuni, colonna sonora orecchiabile e ovviamente tanti mostri. Non mancano poi personaggi stereotipati e resi credibili solo dal mestiere dei loro interpreti: Tom Hiddleston come esperto di sopravvivenza britannico, Brie Larson fotoreporter audace, John Goodman infido agente governativo, John C. Reilly come parodia del Colonnello Kurtz di “Apocalypse Now” e l’immancabile Samuel L. Jackson come fanatico guerrafondaio.

Kong Skull Island
Kong Skull Island. PhotoCredit: Web

Tutto ciò rende “Kong: Skull Island” inutile o stupido? Forse un po’ stupido sì ma è quel genere di stupidità talmente innocente e ben servita da risultare divertente e da gustarsi in una sala cinematografica o durante una domenica sera scanzonata. E bisogna ammetterlo: Kong, rimane ancora davvero l’ottava meraviglia del mondo!

Kong Skull Island
Kong: Skull Island. PhotoCredit: Web

Seguici su Facebook e Instagram!

Back to top button