Buon lunedì, fans di Metropolitan Wrestling!Dopo un lunedì di stop dovuto a impegni inderogabili, eccoci di ritorno con la nostra rubrica. Stasera parleremo del prossimo #1 contender al titolo NXT: Kyle Greenwood, in arte Kyle O’Reilly.

Gli inizi di Kyle O’Reilly : dal debutto al titolo ECCW

Originario di Delta (Canada), ma residente a Saint Louis, Missouri (città che condivide con Randy Orton), inizia a lottare nel dicembre 2005 nella ECCW (ramo canadese della NWA) di cui diviene anche campione Junior Heavyweight; tra il 2008 e il 2009-10 Kyle combatte in FIP, Dragon Gate e Evolve affrontando superstars della scena indy come Brodie Lee, Adam Cole (suo futuro leader negli UE), Davey Richards, Ricochet e TJ Perkins.

Il periodo nella Ring Of Honor

Nel 2009 fa il suo debutto nella ROH, seguito a ruota da Adam Cole (con cui formerà il tag team noto come The Future Shock). Qui ha l’occasione di vedersela non solo con uno dei senatori della scena indy mondiale, Chris Hero. ma anche con giovani come Matt Sydal e nomi altisonanti del calibro di Steve Corino (portabandiera della ECW originale), Kevin Steen e Claudio Castagnoli. La Ring Of Honor rappresenta per Kyle non soltanto un primo passaggio dai palcoscenici minori a quelli più importanti, ma una consacrazione come stella indipendente; in ROH Kyle vince il titolo World Heavyweight e ben 3 volte quello di coppia (con Bobby Fish, suo futuro partner nei UE e con cui vince anche un Tag Team Award).

Kyle O'Reilly
Kyle O’Reily in posa con il titolo di coppia ROH con il suo compagno di tag Bobby Fish. Fonte: canale youtube ROH

Gli ultimi anni nelle indy: PWG e NJPW

Se la NWA/ECCW hanno rappresentato per O’Reilly un inizio, e la ROH la consolidazione come star del circuito indy, PWG e NJPW hanno terminato l’opera. In PWG ha fatto suo il titolo assoluto e l’edizione 2013 della Battle Of Los Angeles; non solo, ha potuto fare coppia con gli ex alleati in ROH Adam Cole e Bobby Fish, oltre a condividere i ring con stars indy già affermate come Michael Elgin, gli Youngbucks, Dalton Castle, Mark Haskins e El Generico.

In terra giapponese (dove aveva già militato ai tempi della DG), si afferma come stella di coppia insieme a Bobby Fish (i due vincono 2 volte i titoli di coppia), ma ottiene anche una shot contro Katsuyori Shibata, a cui però non riesce a strappare il titolo Openweight durante Kings Of Pro Wrestling edizione 2016.

Kyle O'Reilly
Kyle O’Reilly, vincitore della BOLA 2013. Fonte: SocalUncensored.com

L’approdo in WWE: NXT e l’Undisputed Era

Ma si sa, prima o poi per (quasi) tutti arriva la chiamata da “mamma” WWE. E per il wrestler canadese vale il detto “squadra che vince, non si cambia!”. Stamford dal 2017 fino al presente lo vede vincitore per ben 3 volte dei titoli di coppia NXT nella stable degli Undisputed Era, seppur con diverse formazioni (formando gli UE con Adam Cole, Bobby Fish e Roderick Strong), un’edizione del Dusty Rhodes Tag Team Classic e ben 2 volte l’award come miglior tag team.

Insomma, a parte rare eccezioni (che, come da proverbio, confermano la regola) il mondo del pro wrestling ha sempre visto Kyle O’Reilly come atleta da match di coppia. I suoi fans, però, sanno che non è troppo distante il momento in cui lo vedranno con un’importante titolo singolo alla vita, dato che attualmente detiene il posto di #1 contender al titolo NXT detenuto da Finn Balòr.

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia : https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia

Pagina Facebook Metropolitan Wrestling : https://www.facebook.com/wrestling

© RIPRODUZIONE RISERVATA