Esteri

La Cina minaccia ancora Taiwan: “indipendenza significa guerra”

La Cina ha minacciato ancora Taiwan, avvertendo dopo la recente intensificazione delle attività militari vicino all’isola che “indipendenza significa guerra” e che le sue forze armate stavano agendo in risposta a provocazioni e interferenze straniere. Taiwan, rivendicata dalla Cina come proprio territorio, ha riferito di molteplici jet da combattimento e bombardieri cinesi che sono entrati nella sua zona di identificazione della difesa aerea sud-occidentale lo scorso fine settimana, spingendo Washington a sollecitare Pechino a smettere di fare pressione su Taiwan.

Dopo aver intensificato le attività militari e aver inviato aerei da guerra nei cieli vicini all’isola, la Cina ha usato parole dure nei confronti di Taiwan, avvertendo che l’indipendenza “significa guerra”. Taiwan che si considera uno Stato sovrano ma che per Pechino è una provincia ribelle, ha rafforzato i suoi legami con gli Usa,. “Chi gioca con il fuoco si brucia” ha detto il portavoce della Difesa di Pechino Wu Qian. 

La posizione di Pechino su Taiwan “è coerente e chiara: c’è solo una Cina al mondo e Taiwan è parte inalienabile del territorio cinese”. Lo dice il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian all’indomani della nota del Dipartimento di Stato Usa che ha definito “solidissimo” l’impegno verso Taipei, tanto da ammonire che “il tentativo di
intimidire
” l’isola da parte di Pechino è una minaccia alla pace regionale, in risposta a vari jet e bombardieri cinesi entrati nella zona di difesa aerea taiwanese. “La Cina è ferma nell’opporsi risolutamente all’indipendenza di Taiwan e alle interferenze di forze esterne”, ha aggiunto Zhao. 

“Le attività militari svolte dall’Esercito Popolare di Liberazione Cinese nello Stretto di Taiwan sono azioni necessarie per affrontare l’attuale situazione di sicurezza nello Stretto di Taiwan e per salvaguardare la sovranità e la sicurezza nazionale (…) Sono una risposta alle interferenze esterne e alle provocazioni delle forze indipendentiste di Taiwan”; ha poi aggiunto che una “manciata” di persone a Taiwan sta cercando l’indipendenza dell’isola.

Back to top button