Cronaca

La grande onda travolge tre giovani in auto: tragedia a Santa Maria La Scala

La notizia di stamane dell’onda anomala che ieri sera ha travolto tre giovani nella località di Santa Maria La Scala, nei pressi di Acireale, in provincia di Catania, ha dell’inverosimile.

I tre ragazzi, Lorenzo D’Agata, di 27 anni, Margherita Quattrocchi, di 21, e il suo fidanzato, Enrico Cordella, di 22, avevano dapprima trascorso del tempo in un bar. Dopodiché, avevano parcheggiato la loro Fiat Panda verde sul molo, per rilassarsi in compagnia osservando il mare in tempesta, finché un’onda anomala di grandi dimensioni non li ha travolti, trascinando l’auto nell’acqua.

Ad allertare le forze di pronto intervento, alcuni testimoni oculari sul posto. Le condizioni climatiche proibitive, hanno, in un primo momento, rallentato le ricerche da parte dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco che, non potendo immergersi a causa del mare agitato, hanno inizialmente utilizzato una gru e una colonna fari, coadiuvati dagli elicotteri della Guardia Costiera, dalle ambulanze, dalla Capitaneria di Porto e dai Carabinieri.

Stamattina, il mare ha restituito i primi resti del terribile incidente: il paraurti dell’auto, la targa, un portafogli e i corpi di Margherita Quattrocchi e Lorenzo D’Agata. Dopo poco tempo, è stata rinvenuta anche la carcassa dell’auto, all’imboccatura del porto. Attualmente, proseguono le ricerche del terzo ragazzo, Enrico Cordella.

Un momento lieto e di convivialità, quello dei tre amici siciliani, che ha assunto, in pochi, assurdi istanti, il sapore di un’amara fatalità.

GIORGIA MARIA PAGLIARO

Back to top button