Sport

Il prestigio dell’NFL e dei New York Giants

Nei primi anni di NFL i New York Giants hanno dato prestigio alla lega professionistica americana

Le origini dei Giants

Nel 1925 Tim Mara, giovane bookmaker newyorkese, acquistò i Brooklyn Giants, squadra che prese parte a due sole partite del campionato NFL 1921. Con 500 dollari Mara divenne il proprietario della squadra e la rinominò “New York Giants“. Nell’ America del primo dopoguerra il football professionistico non veniva considerato tale. Il credo popolare dell’epoca definiva il campionato NFL quasi una competizione amatoriale. Gli allora sport prediletti erano il baseball, la boxe e il football universitario, nettamente più seguito perché ritenuto più intenso e competitivo. Nonostante da lì a poco l’immagine dell’NFL sarebbe cambiata radicalmente, questo poco seguito creava problemi nella casse delle franchigie. Durante la propria prima stagione anche i Giants dovettero affrontare seri problemi finanziari. Qualcosa però stava per cambiare. Il calendario dell’undicesima giornata proponeva Giants-Bears. Chicago, capeggiata dall’assoluta star dell’epoca Red Grange, attirò allo stadio della Grande Mela oltre 73 mila persone. Oltre agli introiti dei biglietti, la figura di Grange cambiò la storia dei Giants.

Sconfitto il football universitario

Mano a mano che trascorrevano le stagioni, il campionato NFL acquisiva sempre più visibilità. Nel 1930 però, le qualità del campionato professionistico erano ancora messe in discussione. I Giants decisero di organizzare una partita a scopo benefico contro la squadra dell’Università di Notre Dame, una delle formazioni di spicco dell’NCAA. Per New York e l’NFL intera era l’occasione di dimostrare tutto il proprio valore. Non ci fu storia. I Giants dominarono la partita, tanto che l’allenatore di Notre Dame disse:” è la più grande macchina da football mai vista prima, sono contento che nessuno dei nostri si sia fatto male”. Oltre ai 115 mila dollari donati ai senzatetto di New York, il campionato NFL aveva appena mostrato la legittimità sul fatto di chiamarsi campionato professionistico.

Leggi anche: https://metropolitanmagazine.it/i-denver-broncos-la-squadra-che-non-vinceva-mai/

Seguici su Metropolitan Magazine Italia

Back to top button