Gossip e TV

La storia di Luigi Busà e l’oro alle Olimpiadi, chi è la moglie Laura

Chi è Luigi Busà, atleta italiano vincitore della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2020 nel karate? Nato il 9 ottobre del 1987 ad Avola, in provincia di Siracusa, Luigi Busà è un karateka italiano, specializzato nel kumite. Anche le sorelle Lorena Busà e Cristina Busà sono karateka di caratura internazionale.

Luigi Busà è nato ad Avola il 9 ottobre del 1987 ed è un karateka, specializzato nel kumite. Disciplina che gli ha regalato il sogno della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo, la 37esima collezionata dall’Italia. Molto seguito su Instagram. Il suo account (@luigibusa1) vanta oltre 74mila followers. Il karateka italiano Luigi Busà è sposato con Laura Pasqua. Laura Pasqua è la moglie di Luigi Busà, karateka italiano, specializzato nel kumite. Entrambi siciliani, si sono conosciuto da bambini sul tatami: i padri. Entrambi maestri di karate, sono stati compagni di squadra e di avventure agonistiche. “Non c’era molta simpatia tra noi a stento ci salutavamo. Lei diceva che ero troppo ‘selvaggio’ e che non mi esprimevo bene, mentre lei per me era la secchiona che non parlava il dialetto”, ha ricordato Busà alla Gazzetta dello Sport.

Poi tutto è cambiato tra di loro: “Dopo una serata in discoteca è scattato un bacio sopra ad una vespa, da quel momento siamo diventati una cosa sola. Non ci siamo fidanzati subito perché lei studiava all’Università di Padova, ma accadde qualche mese dopo in un ritiro con la Nazionale”. Nel 2008 entrano insieme a fare parte del Gruppo Sportivo della Forestale e nel 2017 passano al Centro Sportivo dei Carabinieri.

Luigi Busà e l’oro a Tokyo 2020

Luigi Busà conquista una medaglia d’oro nel karate. L’atleta azzurra riscrive la storia non solo dell’arte marziale, ma dello sport italiano in generale. Nella finalissima del kumite -75 kg il “Gorilla di Avola” batte l’azero Rafael Aghayev (cinque volte campione del mondo), con il punteggio finale di 1-0, e conquista la medaglia del primo posto.

L’azzurro Luigi Busà ha conquistato l’oro nel karate specialità kumite -75 kg uomini alle Olimpiadi di Tokyo. Il siciliano di Avola, classe ’87, ha battuto l’azero Rafael Aghayev, suo eterno rivale. ( (con il punteggio di 1-0). È dunque del metallo più prezioso la medaglia numero 37 della spedizione italiana a Tokyo 2020, record nazionale per una singola edizione dei Giochi.

Laura Pasqua è la moglie di Luigi Busà, karateka italiano, specializzato nel kumite. Entrambi siciliani, si sono conosciuto da bambini sul tatami: i padri. Entrambi maestri di karate, sono stati compagni di squadra e di avventure agonistiche. “Non c’era molta simpatia tra noi a stento ci salutavamo. Lei diceva che ero troppo ‘selvaggio’ e che non mi esprimevo bene, mentre lei per me era la secchiona che non parlava il dialetto”, ha ricordato Busà alla Gazzetta dello Sport.

Luigi Busà conquista una medaglia d’oro nel karateL’atleta azzurra riscrive la storia non solo dell’arte marziale, ma dello sport italiano in generale. Nella finalissima del kumite -75 kg il “Gorilla di Avola” batte l’azero Rafael Aghayev (cinque volte campione del mondo), con il punteggio finale di 1-0, e conquista la medaglia del primo posto.

L’azzurro Luigi Busà ha conquistato l’oro nel karate specialità kumite -75 kg uomini alle Olimpiadi di Tokyo. Il siciliano di Avola, classe ’87, ha battuto l’azero Rafael Aghayev, suo eterno rivale. ( (con il punteggio di 1-0). È dunque del metallo più prezioso la medaglia numero 37 della spedizione italiana a Tokyo 2020, record nazionale per una singola edizione dei Giochi.

Adv
Adv
Back to top button