Calcio

Kumbulla è il grande obiettivo per la difesa della Lazio

Il calciomercato della Lazio, nelle ultime ore, sta procedendo in maniera molto spedita, vista la volontà dei dirigenti di migliorare e completare la rosa. Dopo l’accordo trovato per Muriqi il prossimo obiettivo è Kumbulla, difensore dell’Hellas Verona con cui ha vissuto una stagione da protagonista. Ecco come potrebbe cambiare la difesa dei capitolini che, intanto, dovranno risolvere la “grana” Acerbi.

Marash Kumbulla (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Prima offerta presentata al Verona per Kumbulla

La trattativa per portare Kumbulla a vestire la maglia biancoceleste non è facile, soprattutto a causa della forte concorrenza. Diverse squadre, infatti, avevano chiesto informazioni riguardo al difensore di origine albanese. Su tutte l’Inter di Antonio Conte, ma nelle ultime ore anche la Lazio è tornata forte sul giocatore.

Secondo il Corriere dello Sport, infatti il club di Lotito avrebbe presentato la prima offerta ufficiale al Verona. Si tratta di venti milioni di euro più il cartellino di André Anderson, centrocampista offensivo classe ’99, ritenuta però insufficiente dai dirigenti dell’Hellas. La Lazio comunque ha già un accordo di massima con il giocatore sulla base di un quinquennale da 1.5 milioni a stagione, e questo potrebbe portare il Verona ad abbassare le proprie richieste.

Francesco Acerbi (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Luiz Felipe rinnova, ma scoppia il caso Acerbi

Sempre per quanto riguarda il reparto difensivo Luiz Felipe è vicinissimo al rinnovo, come riporta Sky Sport. Nonostante l’interesse di diversi club, tra cui anche il Barcellona, il difensore brasiliano è pronto a prolungare il proprio contratto per altri cinque anni. Ora mancano solo gli ultimi dettagli e nelle prossime ore è attesa l’ufficialità.

Intanto, però, la Lazio si ritrova improvvisamente a dover affrontare il caso legato ad Acerbi. Le trattative per un adeguamento del contratto si sono arenate e il difensore ha espresso tutto il suo disappunto nei confronti della società dal ritiro della Nazionale. Questo sfogo però non è piaciuto né alla società né ai tifosi, che sui social hanno fortemente criticato il giocatore. Al momento non ci sono segnali di un’immediata cessione già durante questa sessione di mercato, ma la situazione resta molto delicata.

Seguici su Facebook, Instagram e Twitter!

Back to top button