Siamo all’undicesima giornata di LBA Serie A. L’anticipo tra Trento e Brindisi ha visto imporsi i trentini con un 78 a 67. Riposa la Fortitudo Bologna. Andiamo a scoprire il programma di questa domenica.

LBA Serie A, Varese-Virtus Roma

Apre l’undicesima giornata di LBA Serie A il lunch match tra l’Openjobmetis Varese di Attilio Caja e la Virtus Roma di Piero Bucchi. Una sfida di grande importanza in chiave playoff, essendo tutte e due a ridosso dell’ottavo posto. Varese arriva dalla sconfitta in casa di Reggio Emilia, che è valsa la quinta sconfitta in campionato. Al PalaBigi i lombardi hanno pagato la prestazione stranamente sottotono, 0/3 da tre punti, di Josh Mayo, di solito una certezza .Il play varesotto è tra l’altro un ex virtussino, avendo militato nella compagine capitolina nel finale della stagione 2013-2014. Grande prestazione di Jason Clark, protagonista di una gara da 23 punti. Esordio quest’oggi per Riccardo Cervi, fresco di firma dell’accordo che lo legherà a Varese fino al termine della stagione. La Virtus Roma nell’ultimo turno è incappata in casa contro l’Universo Treviso. Una sconfitta pesante per gli uomini di coach Bucchi, pronti però a ottenere i 2 punti necessari a mantenersi in corsa per un posto playoff, in virtù degli impegni difficili delle dirette concorrenti. La Virtus non è in un buon periodo di forma e dovrà fare ancora a meno di Roberto Rullo, ma potrà contare sull’affidabilità della coppia Kyzlink-Dyson, senza dimenticare l’apporto del lungo Jefferson. Le due squadre non si affrontano dalla stagione 2014-2015, che vide rispettato il fattore campo con una vittoria per parte.

PHOTO CREDIT: Ciamillo
Jason Clark, 23 punti contro la Reggiana

LBA Serie A, Trieste-Universo Treviso

Alle 17 spazio al derby del Triveneto tra l’Alma Pallacanestro Trieste e l’Universo Treviso. Sfida tra penultima e la settima classificata del campionato. Gli alabardati stanno vivendo un periodo eccessivamente negativo a livello di risultati, viste le quattro sconfitte consecutive che hanno messo in apprensione gli uomini di coach Dalmasson. I trevigiani , alla seconda trasferta consecutiva,lontano dal proprio palazzetto hanno un bilancio di quattro sconfitte e una vittoria, ottenuta nell’ultimo turno in casa della Virtus Roma. Non proprio un grande ruolino di marcia, ma i segnali arrivati dall’ultimo match lasciano ben sperare. Amedeo Tessitori, centro della De’ Longhi, chiede maturità ai suoi compagni, per conquistare quella continuità necessaria alla propria squadra. Nel 2018 Trieste e Treviso sono state protagoniste delle semifinale playoff di A2 vinta a gara 3 dai giuliani, poi promossi in Serie A.

LBA Serie A
PHOTO CREDIT: M.Ceretti-Ciamillo/Castoria
David Logan, trascinatore dei veneti

LBA Serie A, Pistoia-Venezia

Alle 17.30 scendono in campo al PalaCarrara l’OriOra Pistoia e la Reyer Venezia. Due squadre dai valori differenti sia qualitativamente che a livello di stazza. Venezia, dopo essersi imposta contro il Tofas Bursa e Trento, è in cerca della prima vittoria in trasferta in Serie A. La Reyer può contare su un roster più ampio e più decisivo rispetto agli avversarsi , dal momento che contro Trento il dato dei punti in uscita dalla panchina è di 46-2. Pistoia, invece, nell’ultimo turno è stata sconfitta pesantemente a Brindisi, nonostante i segnali positivi arrivati dalle due vittorie contro Trieste e Cantù. Venezia è la seconda miglior difesa , mentre Pistoia, al contrario, è la seconda peggior difesa del campionato. Ex della partita sarà Ariel Filloy, tra le fila dell’OriOra nella stagione 2010-2011 e, successivamente, tra il 2014 e il 2016. La scorsa stagione,in casa dei toscani, uscirono vincitori i lagunari con una netto successo per 69 a 97.

LBA Serie A
LPHOTO CREDIT: Lapresse
Ariel Filloy, l’ex della partita

LBA Serie A, Dinamo Sassari-Brescia

Alle 18 si vola in Sardegna dove, al PalaSerradimigni, si affrontano la Dinamo Sassari di coach Gianmarco Pozzecco e la Germani Basket Brescia dell’ex Vincenzo Esposito. Sfida tra la terza e la quarta classificata. La Dinamo nell’ultimo turno è stata sconfitta da Milano al Forum abbandonando, così, la seconda posizione. I sardi sono quindi chiamati al riscatto. Sassari può contare su giocatori di altissimo livello come Miro Bilan, tra i più positivi nella trasferta milanese, e Dyshawn Pierre, meritevole forse di palcoscenici più alti. Evans, in un periodo di leggera flessione, si dimostra comunque importante in fase difensiva. Contro Milano è mancato sicuramente Stefano Gentile, chiamato oggi a trasmettere energia quando verrà coinvolto. Non molto comprensibile invece la posizione di Jamel McLean, in difficoltà contro Milano e quasi sicuro partente. Brescia si affiderà al suo play Luca Vitali, protagonista del derby di famiglia contro il fratello Michele, tra l’altro ex della partita. Esposito avrà bisogno di Tyler Cain, non ancora ai livelli di Varese, come anche di David Moss, per cercare di arginare l’attacco del Banco. Occhio anche a Lansdowne, devastante al tiro se dovesse trovare il ritmo. Tra i tanti ex della sfida troviamo anche Brian Sacchetti, protagonista del Triplete 2014-2015 con il padre Meo alla guida del roster sardo.

LBA Serie A
PHOTO CREDIT: Lapresse
Brian Sacchetti, ex della partita

Olimpia Milano-Reggio Emilia

Alle 18.30 al Forum di Assago si affrontano l’Olimpia Milano di coach Ettore Messina contro la Grissin Bon Reggio Emilia di coach Buscaglia. Milano si presenta a questo match felice a metà, avendo sconfitto Sassari nello scorso turno, ma con il morale un po’ più basso per via della beffa di Eurolega contro l’Olympiakos. Contro il Banco di Sardegna il protagonista è stato Nemanja Nedovic , autore dei canestri che hanno messo la parola fine alle speranze dei sardi di ribaltare il match. Oltre all’apporto dei due fuoriclasse Scola e Rodriguez, Milano potrà contare sui suoi lunghi Tarczewski e il solido Paul Biligha. Maurizio Buscaglia, alla 200a gara da capo allenatore in Serie A, può fare affidamento a un team molto efficace in transizione e all’atleticità di giocatori come Owens, Johnson-Odom ed Upshaw. Ex della partita Amedeo Della Valle, quest’anno più presente nelle rotazioni di coach Messina. La scorsa stagione ha visto imporsi l’Armani sia in casa che in trasferta.

PHOTO CREDIT: Ciamillo
Amedeo Della Valle ai tempi di Reggio Emilia

Pesaro-Cremona

Alle 20.15 la Carpegna Prosciutto Pesaro ospita, alla Vitfrigo Arena, la Vanoli Cremona. Gli uomini di coach Federico Perego sono ancora alla disperata ricerca della prima vittoria stagionale. Situazione difficile che può anche peggiorare se ci si mette contro pure l’infermeria. In settimana, infatti, i marchigiani hanno perso anche Federico Zanotti, confermando un momento negativo anche per quanto riguarda gli infortuni. Coach Perego non ci sta. L’allenatore dei marchigiani sa dei limiti della sua squadra ma non vuole assolutamente che i suoi abbassino l’intensità del loro lavoro. Pesaro arriva dalla pesante disfatta esterna contro Brescia, mentre Cremona ha messo in fila 3 vittorie nelle ultime 3. L’obiettivo dei lombardi è quello di fare poker, ma Meo Sacchetti tiene i piedi per terra in modo che non si corra il rischio di sottovalutare l’avversario. Il ct è consapevole della facilità con cui la sua squadra potrebbe scivolare in cali di concentrazione, che contro un avversario assatanato di punti potrebbero rivelarsi deleteri. Cremona sarà guidata da Ethan Happ, mentre dovrà ancora fare a meno di Travis Diener.

PHOTO CREDIT: Ciamillo
Cremona durante il match contro la Fortitudo Bologna

Virtus Bologna-Cantù

Chiude alle 20.30 la capolista Virtus Segafredo Bologna che ospita al PalaDozza l’Acqua San Bernardo Cantù. La Virtus Bologna nell’ultimo turno ha riposato, ma un organico del genere non dovrebbe avere timori nel ricominciare. Alla guida delle V nere troviamo il solito Teodosic, protagonista contro Trieste con 24 punti e 5 assist, seguito da Julian Gamble, 17 punti, e Vince Hunter, 16 punti. Sottotono Giampaolo Ricci con 0/7 dall’arco. Contro Cantù Kyle Weems ritornerà a disposizione di Sasha Djordjevic, dopo aver saltato la sfida contro gli alabardati. Cantù lo scorso weekend è stata battuta dall’altra compagine bolognese, ovvero la Fortitudo. Grande prestazione di Jason Burnell, che ha messo a referto 29 punti, e dei due lunghi Hayes e Wilson, con 18 punti e 10 rimbalzi complessivi . Ci si aspetta certamente di più da Wes Clark, pochi i 6 punti in 31 minuti.

PHOTO CREDIT: Ciamillo-Castoria
Il team virtussino

Seguici Su

Pagina Facebook

Per altri articoli sul basket clicca qui

© RIPRODUZIONE RISERVATA