Basket

LBA Serie A, il programma della domenica

Siamo alla 14a giornata di LBA Serie A, turno che vede riposare l’Universo Treviso. Vittoria di Cremona, 93-72, su Varese nell’anticipo del sabato. Andiamo a scoprire cosa ci offre il programma domenicale…

LBA Serie A, Pistoia-VL Pesaro

Apre il programma domenicale della 14a giornata di LBA Serie A, il lunch match tra OriOra Pistoia e Carpegna Prosciutto Pesaro. Scontro salvezza tra due squadre che si presentato al match del PalaCarrara in situazioni completamente opposte. I toscani sono galvanizzati dalla vittoria dell’ultimo turno contro una Cremona proveniente da una striscia di 5 vittorie consecuitive. Due punti raggiunti nell’ultimo quarto ,dopo essere stata sotto nel terzo, grazie ai 20 punti a testa di Brandt e Petteway. Pistoia è alla ricerca del quinto successo consecutivo tra le mura amiche, che allontanerebbe ulteriormente la zona retrocessione. Pesaro è ancora ferma a 0 dopo 13 giornate e si presenta in Toscana dopo la sconfitta esterna a Varese, dove Barford ha registrato 27 punti. Saranno della partita Chapman, pur non allenatosi in settimana, e il nuovo acquisto Troy Williams, in buone condizioni nonostante il lungo viaggio. La scorsa stagione i marchigiani riuscirono a sbancare il PalaCarrara con il risultato di 77 a 81, frutto della coppia da 53 punti Blackmon-McCree.

LBA Serie A, Dinamo Sassari-Virtus Bologna

Alle 17 spazio al big match del PalaSerradimigni tra la Dinamo Banco di Sardegna e la capolista Virtus Segafredo Bologna. I sardi si presentano a questa sfida con due successi nell’ ultima settimana contro l’altra bolognese e la Turk Telekom Ankara in BCL, conquistando così la vetta del girone. La sfida contro i turchi è stata molto dispendiosa per gli uomini di Pozzecco, infatti sono riusciti ad imporsi soltanto nell’ultimo quarto dopo aver rimontato un -9. Ottime prestazioni di Vitali, 20 punti, Jerrells, 16 punti, e Gentile, 15 punti. La Virtus si affaccia alla prima sfida di un trittico molto impegnativo che vede, oltre la sfida di quest’oggi, il derby di Natale e la sfida del 29 al PalaFiera contro Milano. In settimana, successivamente all’affermazione di sabato scorso contro Brindisi, gli uomini di Djordjevic sono riusciti ad ottenere una vittoria esterna in EuroCup contro il Monaco, chiudendo così al primo posto del girone. Super prestazione di Teodosic, che mette a referto 25 punti, 17 di Weems e 12 di Gaines. Il serbo sarà della partita, essendo stato graziato, in settimana, dalla Corte Sportiva di Appello, annullando la squalifica subita dopo l’espulsione con Cremona. L’ex più atteso di questa sfida è Marco Spissu, con le V Nere nella stagione 2016-2017, fresco delle 100 presenze in bianco-blu.

LBA Serie A, Fortitudo Bologna-Brindisi

Alle 17.30 la Pompea Fortitudo Bologna ospita al PalaDozza l’Happy Casa Brindisi. Effe reduce dalla sconfitta esterna contro Sassari, maturata nel secondo tempo dopo aver chiuso la prima frazione in vantaggio. 20 punti per Aradori, 18 Robertson e 17 più 9 rimbalzi di Sims. La voglia di derby è tanta in città, ma l’avversario di quest’oggi è perfetto per riportare sulla terra gli uomini di coach Antimo Martino. Brindisi arriva in Emilia con alle spalle due sconfitte consecutive in Serie A e in BCL. A Bonn i pugliesi cedono nell’ultimo quarto, rimanendo comunque in corsa per la qualificazione. Ottima prestazione di Stone che in Germania mette a referto 33 punti e 6 assist, seguito dai 17 di Thompson e Brown. Brindisi affronta la Fortitudo in un PalaDozza che per i padroni di casa ha assunto le sembianze di un fortino quasi inespugnabile, dove soltanto Brescia è uscita con il bottino pieno. Vitucci farà affidamento all’esperienza di Dominique Sutton, convinto che possa condurre i suoi ad un salto di qualità per quanto riguarda la mentalità.

Olimpia Milano-Trento

Alle 18 l’Ax Olimpia Milano ospita, al Forum, la Dolomiti Energia Trento. I ragazzi di coach Ettore Messina cercano gradualmente di rialzarsi dopo il periodo di mini-crisi e i risultati delle ultime due uscite aiutano e mostrano dei segnali di ripresa. Galvanizzante il successo del Taliercio della scorsa settimana, così come quello su Valencia in Eurolega. . Contro gli spagnoli 15 punti di Della Valle, 13 di Vlado Micov, 10 punti e 8 assist di Rodriguez e doppia doppia nelle voci punti (13) e rimbalzi (10)di Tarczewski. In chiave mercato si parla di un possibile addio di Shelvin Mack, troppo deludenti i primi mesi del play nato a Lexington, e al suo posto sembra essere sempre più vicino l’approdo nel capoluogo lombardo della guardia Lorenzo Brown, in forza alla Stella Rossa. Trento in settimana ha raggiunto la qualificazione alle Top16 di EuroCup grazie alla vittoria ottenuta in casa contro l’Unicaja Malaga. Quattro giocatori in doppia cifra per il team di coach Nicola Brienza, infatti a referto troviamo i 19 punti di Blackmon, i 17 di Ale Gentile e i 12 di Kelly e Dada Pascolo. In campionato, invece, i trentini devono riscattare la sconfitta interna contro la Virtus Roma, per allontanarsi, così, dalla zona retrocessione ed alimentare il fuoco della speranza di accedere alle Final Eight di Coppa Italia. L’avversario è uno dei più complicati, ma i padroni di casa potrebbero comunque concedere qualcosa. Con Aaron Craft ,alla ricerca dell‘assist numero 500 in bianco-nero, e un Andrea Mezzanotte in grande forma, Trento ha le carte in regola per mettere in difficoltà l’Olimpia.

Reggio Emilia-Venezia

Alle 18.30 la Grissin Bon Reggio Emilia affronta, al PalaBigi, l’Umana Reyer Venezia. Un match che può dire tantissimo sulle reali ambizioni della stagione della Reggiana. Gli emiliani, dopo due sconfitte consecutive, si sono imposti domenica scorsa su Trieste, grazie al canestro di Mekel (17 punti e 7 assist) a due secondi e mezzo dalla fine. In doppia cifra anche Upshaw (14), Owens (13) e Vojvoda (10). Servirà essere continui, all’interno della gara, sulla tenuta mentale per battere i Campioni d’Italia. Non sono più accettati blackout. Venezia arriva dall’ottava vittoria consecutiva in EuroCup contro i lituani del Rytas Vilnius, i cui protagonisti vedono i nomi di Stefano Tonut , 14 punti, Ariel Filloy, 13 punti e di Ike Udanoh, 10 punti. Lo scorso turno di LBA Serie A è stato amaro per i veneti, con la sconfitta beffa contro Milano. Riscattarsi non sarà semplice, soprattutto perchè si gioca fuori e lontano dal Taliercio gli oro granata sono a 0 su 6. Pressione alta, quindi, per i ragazzi di De Raffaele che sono chiamati a dare il massimo per credere ancora alle Final Eight di Coppa Italia.

Trieste-Cantù

Alle 19 l’Allianz Pallacanestro Trieste affronta in casa l’Acqua S. Bernardo-Cinelandia Cantù. I giuliani tornano a giocare davanti al proprio pubblico dopo la sconfitta maturata a Reggio Emilia, la sesta nelle ultime sette. La squadra di Dalmasson ha macinato anche un massimo vantaggio di 13 punti, ma ha dovuto fare i conti con il ritorno in partita degli emiliani e con le ingenue distrazioni difensive. Non sono bastati i 16 punti di Fernandez e Jones, i 15 di Mitchell e i 10 di Justice, per spuntarla sui padroni di casa. Coach Pancotto, ex della partita, dovrà mirare il suo lavoro sul limitare i break negativi che penalizzano la sua squadra. I lombardi sono reduci dal successo interno ottenuto contro l’Universo Treviso, ottenuto grazie a una prestazione sontuosa da 24 punti di Wes Clark, sempre più guida del roster canturino. In doppia cifra anche Hayes, 11 punti, e Wilson, 10 punti. Cantù può contare su Joe Ragland, non ancora in grandissima forma, ma dotato dell’esperienza necessaria per essere decisivo.

Virtus Roma-Brescia

A chiudere il programma domenicale è il posticipo delle 20.45 tra la Virtus Roma e la Germani Basket Brescia Leonessa. Una sfida tra due compagini a pari punti e di enorme interesse per la zona playoff. I capitolini sono tornati vincitori dalla trasferta trentina grazie ad un ultimo quarto da urlo, che ha permesso ai giallo-rossi di occupare l’ottava piazza, valevole per le Final Eight. 18 i punti di Buford, mentre c’è grande intesa tra la coppia Dyson-Jefferson, che rispettivamente hanno messo a referto 23 e 17 punti. Brescia nell’ultimo turno è stata ferma, mentre in EuroCup ha ottenuto il successo contro Nanterre che ha permesso ai lombardi di qualificarsi alle Top16. Lansdowne è stato, con 19 punti, il miglior marcatore di Brescia contro i francesi, seguito dai 18 di Abass, i 12 del capitano David Moss e gli 11 di Tyler Cain, sempre più in sintonia con il play Luca Vitali. Vincere per Brescia vorrebbe dire non solo continuare il suo momento di forma, ma anche dare un duro colpo al morale degli uomini di Bucchi, sempre più ambiziosi.

Seguici su

Pagina Facebook

Per altri articoli sul basket clicca qui

Back to top button