7 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

L’inutile dilemma sul digiuno di Cristiano Ronaldo

- Advertisement -

C’è un dilemma che attanaglia il mondo calcistico italiano, quando e se Cristiano Ronaldo riuscirà a sbloccarsi con la maglia della Juve? I tifosi bianconeri lo attendono,  con ansia,  per certificare che veramente Mr 100 milioni è il migliore al mondo. I tifosi delle altre squadre sperano al contrario che il digiuno continui, per bollarlo come flop del secolo.  Forse anche Cristiano Ronaldo in cuor suo, da perfezionista qual’è non vede l’ora di scrollarsi di dosso questo piccolo peso. Ma veramente le qualità nel rettangolo di gioco, di CR7, possono essere messe in discussione? Certo anche lui non deve sfuggir al giudizio, come tutti gli altri, ma è bene ricordare qualche piccolo numero, prima di rischiare di essere un po troppo azzardati nelle dichiarazioni. Il portoghese con la maglia del Real Madrid nelle ultime 9 stagioni in Liga ha messo a segno 311 goal, riuscendo peraltro ad essere l’unico calciatore a riuscire per sei stagioni consecutive a superare quota 50 goal.

Qualcuno potrebbe obiettare che le difese spagnole siano da sempre “più aperte” rispetto a quelle della Seria A. E allora bisognerebbe ricordare che Cristiano Ronaldo è il calciatore con più goal, 121, nelle Uefa Champions League. Insomma non vorrei passare per un fondamentalista del calciatore portoghese, ma in tutta onestà, mi suscita ilarità, che dopo la terza giornata, si mettano in discussione le capacità realizzative di un atleta che in carriera ha messo a segno un totale di 676 reti in 952 partite.

La verità è che bisogna solo dare il giusto tempo a questo straordinario campione di adattarsi al calcio italiano. Nella storia della Juventus per esempio, basti ricordare gli inizi non brillanti di giocatori come Platini e Zidane e sappiamo tutti come e quanto hanno contribuito ai successi bianconeri poi.  Ci sono anche casi recenti come quello di Edin Dzeko, che nonostante si sblocco subito, proprio contro la Juventus, venne bollato dalla stampa e da parte di tifoseria come bidone, salvo diventare poi il trascinatore dei giallorossi nelle ultime stagioni.

Cristiano Ronaldo nel frattempo in comune accordo con il Ct lusitano Santos, ha scelto di saltare le prime due sfide di Uefa Nations League, contro la Croazia e l’Italia per trovare la forma ideale con il club bianconero, in vista delle partite che contano, in Champions League.

Insomma più che interrogarci sulle indiscutibili qualità di Cristiano Ronaldo, dovremmo chiederci, cosa succederà quando si sbloccherà, dato che la Juventus anche senza i suoi goal, ha conquistato 3 vittorie su 3, iniziando già una mini fuga sulle avversarie.

Luca Pradella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -