Calcio

Livorno, addio Spinelli: ecco come cambia il mercato

La telenovela toscana sembra aver trovato una quadra. L’era Spinelli è giunta al termine non senza pochi rancori tra società -ex- e tifosi del Livorno.

livornocalcio.it

Snodo societario, rivoluzione in arrivo

E’ notizia da un paio di giorni quella del passaggio societario e successivo cambio di testimone in casa Livorno.
Aldo Spinelli, ex presidente benemerito -con dovute misure- della favola livornese in Serie A e Coppa Uefa decise già da inizio estate di cedere la società amaranto, tra malumori cittadini e non.

Subentrante il neo-proprietario Rosettano Navarra dopo essersi accaparrato il 69% di quote societarie diventandone il socio di maggioranza; entro il 15 settembre si chiuderà per intero la transazione che vedrà la famiglia Spinelli totalmente fuori dalle gerarchie amaranto.
Quella che sembrava una trattativa infinita, tra acquirenti indecisi e restii, ha un proprio fine, starà al tempo determinare se lieto oppure no.

Come cambia il mercato del Livorno?

A discapito di quanto circolasse sul web riguardo il medesimo cambio societario, il Livorno che verrà si renderà protagonista di una vera e propria rivoluzione in termini di rosa.
Il fruitore del ‘Process’ livornese è identificato nella figura di Raffaele Rubino, nuovo direttore sportivo della squadra – seppur solo in pectore.
I progetti di quest’ultimo vedrebbero un immediato cambio in panchina come punto di partenza; si attende solo la rescissione consensuale di mister Dal Canto dalla Robur Siena per poterlo finalmente ingaggiare e cominciare un ciclo assieme.
Dal ritiro a Tirrenia, però, il vento del cambiamento inizia a sentirsi e pure tanto.

Smantellamento in ottica promozione

La rivoluzione chiamata da Rubino, ovviamente, investirà la rosa livornese ed i suoi effettivi.
Molte le operazioni in uscita programmate dalla nuova direzione: termina senza infamia e senza gloria l’avventura di Antonio Porcino al Livorno, accordo trovato col Pescara di Massimo Oddo; in chiusura anche l’affare Marsura direzione Padova a differenza di Agazzi che si allontana dal Palermo.

Il giocatore con più richieste, però, pare essere il difensore croato Luka Bogdan: su di lui forti sirene di Serie B col Frosinone alla porta essendo il giocatore ben voluto da mister Nesta.
Saltata la trattativa che avrebbe visto Fabio Mazzeo accasarsi alla Nocerina, quest’ultima non troppo convinta dall’ingaggio elevato dell’attaccante.
Dal mercato in entrata, invece, arrivano notizie poco confortanti in quanto priorità societaria è ad oggi quella di liberarsi di zavorre contrattuali e solo successivamente investire in nuovi giocatori.

Si lavora per il ritorno di Awua in amaranto nonostante la forte concorrenza del Catania che sembra aver mosso passi in avanti nella trattativa.
Idea Simonetti per il centrocampo, l’ex Parma continua ad essere monitorato dal Livorno prima di muoversi ed affondare il colpo dal Carpi.

Back to top button