Loredana Bertè ieri sera si è esibita al Teatro Romano di Ostia Antica, per l’unica data del Lazio.

Loredana Bertè non si ferma più. Reduce dagli ultimi 365 giorni che l’hanno vista prima regina della scorsa estate con Non Ti Dico No, tormentone dei Boomdabash al quale ha collaborato, passando per il nuovo album Libertè e poi la partecipazione al Festival Di Sanremo, dove il pubblico l’ha consacrata vincitrice morale, consegnandole inoltre un premio speciale pensato per lei. Il Libertè Summer Tour approda ad Ostia, in una serata che si presenta minacciosa per via del forte vento.

Loredana Bertè al Teatro Romano Di Ostia Ph © Emanuela Vertolli
Loredana Bertè al Teatro Romano Di Ostia Ph © Emanuela Vertolli

Coi miei occhi da bambina (citando l’intro del brano , ndr), mi accingo ad iniziare il giro sulla giostra di Maledetto Lunapark il pezzo d’apertura del live , con il quale Loredana si mostra alle 21 ai presenti con un abitino giallo ed un fiocco nero sui capelli blu, raccolti in una lunga treccia. Si continua con un grande classico, scritto da Enrico Ruggeri, Il Mare D’Inverno. Un pezzo come i tanti dell’artista che è rimasto sospeso nel tempo, e riporta chi vi sta scrivendo agli inverni della sua infanzia guardare il mare illuminato dai timidi raggi di sole di gennaio, sognando l’estate.

La setlist prosegue nel tripudio di applausi scroscianti e con le soprese, come Notti Senza Luna, dedicata a Baudelaire, che l’ha ispirata durante la lettura de I Fiori Del Male contenuta in Baby Bertè del 2005. Con “Cosa Ti Aspetti Da Me, abbiamo stravolto il pubblico in sala di Sanremo che di solito sono cartonati”. Irene Grandi, unica ospite, raggiunge Loredana per riproporre il duetto sentito al festival durante la serata del giovedì.

L’intesa tra le due artiste si conferma perfetta, a distanza dall’esibizione di febbraio, regalando ai presenti uno dei momenti migliori del live da standing ovation. Il pubblico accoglie calorosamente anche i nuovi brani di Libertè (Una Donna Come Me, Messaggio Dalla Luna, Davvero), che live convincono ancora di più rispetto alla versione studio, forte dell’esecuzione dell’ottima band che supporta l’interprete.

C’è spazio anche per Aida Cooper, storica corista ed amica di Loredana, che si impossessa del palco per un tributo a Mia Martini con l’interpretazione di Donna. Il brano sarà contenuto nel suo prossimo album della cantante piacentina dedicato interamente a Mimì, con la direzione artistica della rocker calabra.

Loredana Bertè al Teatro Romano Di Ostia Ph © Emanuela Vertolli
Loredana Bertè al Teatro Romano Di Ostia Ph © Emanuela Vertolli

La Bertè, in splendida forma, propone le sue grandi hit Dedicato, Non Sono Una Signora e Sei Bellissima che chiudono la prima parte dello show. Acclamatissima dal pubblico, ritorna per i bis con la nuova Tequila e Sant Miguel, E la Luna Busso’ riarrangiata in chiave reggae. Il finale è tutto per In Alto Mare. Dopo due ore, cala il sipario sul Teatro Romano di Ostia Antica, e su questa edizione del Rock In Roma, dislocata su tre importanti venue della capitale, che ha portato oltre 200mila presenze. Loredana, 69 anni a settembre continua la sua cavalcata trionfale nella musica italiana, ritrovando una nuova dimensione, senza perdere lo spirito rock e ribelle degli esordi.

Le immagini sono di © Emanuela Vertolli

© RIPRODUZIONE RISERVATA