Cultura

L’origine del Cha Cha Cha e come si balla

Nella rubrica settimanale Passi di danza tratteremo la vera storia del Cha Cha Cha, la danza latino-americana che ha avuto origine a partire dall’inizio del 1900.

La nascita del Cha Cha Cha, l’origine

Cha cha cha photo credits wikipedia

La storia del noto ballo denominato Cha Cha Cha ha inizio con una canzone del musicista Enrique Jorrin, intitolata Danzon e con un nuovo ritmo sincopato in 4/4. Nello specifico si trattava di un tradizionale motivetto messicano che in principio era stato lanciato come Laengañadora. Il ritmo caratteristico era quello tipico di un mambo lento, ma con alcune modifiche. Mentre il mambo prevede un triplo movimento dei fianchi, il Cha Cha Cha ha modificato questo tipo di danza con un movimento di tre passi.

Il significato del nome

Il Cha Cha Cha è un tipico nome onomatopeico, che rimanda al suono dello strumento di accompagnamento della danza. In realtà secondo alcuni questo suono non deriva tanto dallo strumento, quanto dal suono ritmico delle scarpe sul pavimento durante l’esecuzione del triplo passo. Una terza interpretazione considera invece il nome “Cha cha“ da attribuire ad un sonaglio cubano, che viene usato proprio durante questo tipo di danza. Al di là del nome, questo ballo fa parte dei cosiddetti balli latino-americani, insieme a Samba, Rumba, Paso Doble, Jive. L’appartenenza a questo tipo di categoria è stata riconosciuta sia dalla World Dance Sport Federation (l’organo di governo internazionale della danza sportiva) , che dalla FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva).

I passi base del Cha Cha Cha

I passi base di questa danza latino-americana sono principalmente tre. Nel tempo 2 il ballerino trasferisce il peso del corpo in avanti con il piede sinistro, mentre la ballerina lo fa con il piede destro. Il tempo 3 permette al ballerino di trasferire il peso del corpo indietro mantenendo fermi i piedi, mentre la ballerina trasferisce il peso in avanti. Infine i tempi 4 e 1 prevedono che il ballerino esegua uno chasse a sinistra, mentre la ballerina fa lo stesso a destra. Quindi entrambi i ballerini tornano a piedi uniti e ricominciano invertendo i ruoli tra ballerino e ballerina.

Sonia Faseli

Segui su Google News

Back to top button