Pallavolo

Il 2019 della Lube Civitanova, un percorso straordinario

Analizziamo la straordinaria annata 2019 della Lube Civitanova, tra i titoli conquistati, il percorso fatto, l’immensa qualità del suo roster, i problemi incontrati, i dati

Il nuovo inizio della Lube Civitanova

L’anno 2019 per la Lube Civitanova è stato senza dubbio uno di quelli che rimarrà a lungo nella storia del club marchigiano, sia per aver portato a casa vari titoli, sia per come questa sia maturata fino ad oggi: la conquista del “triplete” è senza dubbio il fiore all’occhiello di questa annata, di una squadra costruita per vincere, forgiata a dovere dalla proprietà e dal suo condottiero, Fefè De Giorgi.

A dire il vero però non era iniziato nel migliore dei modi, con il cambio di panchina tra Medei e De Giorgi avvenuto prima di Natale 2018, con la squadra che in campionato stentava e non poco e con un lavoro enorme che attendeva il nuovo coach, primo fra tutti quello di far emergere una bocca di fuoco come Leal, in ombra fino a quel momento.

Lube sestetto
Photo Credits: Volley Lube

Ma piano piano il tecnico di Squinzano ha iniziato a tirare fuori da ogni suo atleta il meglio, sbattendo contro il primo scoglio, quale la finale di Coppa Italia persa contro Perugia, ma successivamente costruendo un crescendo impressionante che arriva fino ad oggi. Partita dopo partita la Lube Civitanova ha iniziato a scalare la classifica del campionato terminando la regular season in Superlega al terzo posto dietro Perugia e Trento, ed affrontando così i playoff, giocati con estrema convinzione fino alla finale con gli umbri.

Lo Scudetto

La finale playoff 2019 è stata qualcosa di veramente straordinario per il volley nazionale, dove lo spettacolo, i gran colpi e il fattore campo soprattutto, hanno fatto la differenza per le prime quattro gare, mentre in gara cinque la Lube ha tirato fuori il meglio, un carattere straordinario, quando sotto di due set a zero, ribaltava completamente la situazione andando a vincere il tricolore al quinto set, sbancando il PalaEvangelisti il 14 maggio, con il riconoscimento a Osmani Juantorena quale miglior giocatore della finale.

premiazione scudetto Lube Civitanova
Photo Credits: Volley Lube

Campioni d’Europa

Ancora sulle ali dell’entusiasmo, i biancorossi disputavano appena quattro giorni dopo, il 18, la finale di Champions League a Berlino contro i russi dello Zenit Kazan ed anche in questa occasione, dopo aver perso il primo set, la Lube mostrava a tutti la qualità dei suoi uomini, vincendo alla fine per 3-1, portando a casa dopo 17 anni dall’ultima Coppa, il titolo di Campioni d’Europa e anche questa volta con Juantorena MVP della finale, disputando nella competizione continentale undici partite con altrettante vittorie, concludendo imbattuta.

Juantorena MVP
Photo Credits: Volley Lube

Con questi trofei caricati sulle spalle, i marchigiani iniziano la stagione attualmente in corso con qualche cambiamento nel roster, via il capitano Stankovic (in prestito a Piacenza) e l’altro centrale Cester ma soprattutto il forte opposto Sokolov, sostituiti da Anzani, Bieniek e l’opposto Rychlicki.

La nuova stagione

La nuova stagione parte con la sconfitta in semifinale della Supercoppa con Modena, ma i biancorossi non ne fanno un dramma, infatti iniziano il campionato a suon di vittorie, avendo la meglio su tutte le squadre incontrate, un vero rullo compressore, cosa che li vede saldamente al comando della classifica con 13 partite vinte su altrettante giocate, con percorso netto.

Campioni del Mondo

Ma al di là del campionato che si sta ancora giocando, la ciliegina sulla torta la Lube l’ha messa ad inizio dicembre, quando nella competizione iridata nel Mondiale per Club, i biancorossi hanno conquistato l’ennesimo titolo di questa annata straordinaria, quello che ancora mancava nella bacheca della società marchigiana, battendo in finale i brasiliani del Sada Cruzeiro e diventando così Campioni del Mondo, con cinque suoi atleti premiati nei loro rispettivi ruoli.

festeggiamenti Lube
Photo Credits: Volley Lube

Alla Lube Civitanova non possiamo che fare che i nostri semplici e sinceri complimenti, augurando loro di poter vivere ancora molte annate come questa che di sicuro portano lustro e benefici a tutto il movimento del volley italiano.

In breve i dati della stagione 2019 della Lube

  • 55 gare disputate complessivamente (48 vittorie, 7 sconfitte)
  • 35 in SuperLega, con 31 vittorie e 4 sconfitte
  • 11 in Champions League, con 11 vittorie
  • 5 nel Mondiale per Club, con 4 vittorie e 1 sconfitta
  • 3 in Coppa Italia, con 2 vittorie e 1 sconfitta
  • 1 in Supercoppa italiana, con 1 sconfitta
  • 4 Finali per un titolo disputate: Finale Coppa Italia, Finale Scudetto, Finale Champions League, Finale Mondiale per Club
  • 3 titoli conquistati: Scudetto, Champions League, Mondiale per Club

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

Back to top button