Il giocatore danese, dopo essersi imposto in Europa con due vittorie ed essere entrato nei primi 50 del mondo, sta lentamente scivolando indietro ed ora si trova alla posizione numero 139. Cosa è successo a Lucas Bjerregaard?

Lucas Bjerregaard: gli anni migliori

Il giocatore danese è riuscito a conquistare la carta per lo European Tour per la stagione del 2014 tramite la Qualifying School dove si è classificato al 17° posto. Durante la stagione precedente, nel 2013, si è classificato alla 34° posizione finale. Lucas Bjerregaard ha proseguito la carriera migliorando di anno in anno fino a quando riesce ad aggiudicarsi la prima vittoria nel 2017 nel Portugal Masters. La seconda invece la conquista l’anno seguente, nel 2018, all’Alfred Dunhill Links Championship. Riesce a toccare la miglior posizione nel World Ranking, la numero 43, grazie al quarto posto nel WGC Dell Technologies Match Play dove è stato battuto nella finale per il terzo/quarto posto dal nostro Francesco Molinari.

Lucas Bjerregaard
Bjerregaard con il trofeo del Portugal Masters (Credit: Getty Images)

Il declino

Inizia a non centrare buoni risultati verso il finale di stagione del 2019, dove perde posizioni nel World Ranking. L’ultimo risultato di rilievo lo ha conquistato nell’Open Championship dove è riuscito a classificarsi al 16° posto, che è anche il suo miglior piazzamento in un torneo major. Conclusa la stagione il giocatore danese decide di spostarsi a giocare negli Stati Uniti, sul PGA Tour. I risultati qui però non arrivano: sette tagli mancati nelle prime sette gare giocate, sia nelle prime cinque prima della sospensione sia nelle due seguenti.

A soli 28 anni può ancora dimostrare molto e ritornare al top della forma. Riuscirà il giocatore danese a farcela tornando magari alla vittoria nelle prossime settimane?

Per altri articoli sul golf cliccate qui.

Per rimanere aggiornati seguite la nostra Pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA