Sport

Mammuth, settimane cruciali in attesa di Riccione

La formazione giallorossa sta sfruttando il momento di pausa per prepararsi alle prossime difficili settimane. Il 6 aprile la delicata sfida contro il Riccione potrebbe riaprire le speranze di qualificazione alle finali.

La speranza fa vivere, ma come su una corda tesa.

Senza speranza non avremmo la forza di andare avanti, non sentiremmo quella spinta che ci permette di credere in qualcosa, nel possibile. Tutto questo ovviamente è unito ad un senso di incertezza che ci lascia in bilico e in un certo qual modo ci intimorisce perché non sappiamo se le nostre attese saranno tradite o meno. Paul Valéry, poeta e filosofo francese, lo immaginava come una passeggiata su una corda.

Momento delicato in casa giallorossa

Di abbandonare le proprie speranze i Mammuth non ne vogliono neppur sentir parlare, non ci stanno, non ora che mancano due gare alla fine della stagione regolare. Due gare che sanciranno un fuori o dentro le finali, quell’obiettivo che proprio lo scorso anno sfumò ai play off. La salita in questa seconda fase si è fatta ripida e piena di ostacoli. Qualcosa è mancato alla squadra per riuscire ad andare a punti nei momenti nei quali serviva dare un segno, eppure nella prima fase di campionato sembrava che le cose stessero andando per il verso giusto. Qualche intoppo, quello si, ma piccoli e prevedibili incidenti di percorso. Poi è iniziata una sequela di alti e bassi nei quali non sono bastate delle buone prestazioni per scalare la classifica che ora impietosamente rischia di rimandare tutto al prossimo anno.

La sfida a Torre Pellice Foto ©Rita Földi Photography

A Riccione sfida cruciale

La prossima gara, quella posticipata al 6 aprile a Riccione contro i Corsari, sarà il primo “match point” a favore dei romagnoli, gli avversari diretti al passaggio del turno. Anche loro infatti non godono di una buona posizione in classifica e stanno facendo di tutto per rimanere aggrappati al terzo posto. Per i Mammuh vincere vorrebbe dire lasciare aperte le speranze e puntare successivamenre il tutto e per tutto nell’ultima gara in casa contro il Torre Pellice.
Due gare che equivalgono a due finali nelle quali non si può sbagliare se si vuole ribaltare la situazione e conquistate il passaggio del turno.
La tranquillità del gruppo, nonostante il momento sia delicato, è molta ed aiuta a lavorare bene. C’è la consapevolezza di giocarsi tutto e la voglia di non abbandonare tirando i remi in barca.

Sì è vero, stiamo cercando di mantenere l’equilibrio su questa corda tesa cercando di non guardare sotto e di non cadere. Andiamo avanti un passo alla volta mantenendo accesa la speranza, quella luce che cerchiamo di seguire come se fosse una guida. Vogliamo crederci.

Back to top button