Cinema

“Mangia prega ama”: location e cibo da sogno

Mangia prega ama– eat pray love, è un drama-road movie diretto dal regista delle acclamate serie Nip/Tuck, American Horror Story e Glee, Ryan Murphy.
La pellicola è uscita nelle sale cinematografiche nel 2010 ed ha come attrice protagonista la splendida ed iconica Julia Roberts.

mangia prega ama
Julia Roberts e Billy Crudup in una scena de “Mangia prega ama”- photo credits: web

Cerchi qualcosa?” “Sono Liz Gilbert, sto scrivendo un articolo su Vali e vorrei incontrare uno sciamano. Tutti dicono che dovrei parlare con Ketut Liyer. Sono nel posto giusto?” “Aspetta”
Beh, eccomi qui con uno sciamano da nove generazioni a disposizione, e che cosa gli voglio chiedere? Come avvicinarmi a Dio? Come salvare i bambini che muoiono di fame nel mondo?
“Che piacere vederti, sono Ketut Liyer”
Nossignore. Voglio parlare della mia storia d’amore.

Cast interessante

La Roberts è al centro della storia ma viene affiancata dai volti noti di James Franco, Javier Bardem, Billy Crudup, Richard Jenkins, l’italico Luca Argentero, Viola Davis e Lidia Biondi. La storia di Elizabeth Gilbert è vera ed è infatti una trasposizione cinematografica del best seller scritto dall’omonima protagonista. Mangia, prega ama è stato un successo planetario ed ha incassato circa più di 200 milioni di dollari.

Mangia prega ama
Viola Davis e Julia Roberts in una scena iniziale del film -photo credits: web

“Avere un bambino è come farsi un tatuaggio, devi essere sicura!”

Elizabeth è una donna molto affascinante e con una vita apparentemente perfetta. Sposata da circa un anno con il suo compagno Stephen, vive però una crisi interiore da tempo che la porta a ritenere che dopo tutto quello della moglie e futura mamma non sia il futuro radioso che le calza a pennello. Elizabeth si appella a Dio, una sorta di voce interiore che le indichi la soluzione perchè proprio quando tutto sembra andare a gonfie vele, qualcosa dentro di lei vacilla eruttando definitivamente in una notte qualsiasi di pioggia.

Mangia prega ama
Julia Roberts in una scena del film- photo credits: web

L’unica cosa più difficile di restare, è andarsene

Elizabeth carbura definitivamente quello che istintivamente farebbe, porre fine a quella tranquillità senza guizzi ne passioni, per scivolare dolcemente nell’impulsività totalizzante della vita. Con un divorzio decisamente doloroso e difficile da accettare e una nuova infatuazione che la porta di nuovo a vivere con nuove aspettative, Elizabeth decide di prendersi una pausa, o meglio di vivere un anno di avventure e scoperte per tornare a meravigliarsi e a stupirsi di nuovo. Cosi ha inizio un viaggio diviso tra Roma, Napoli, l’India e infine Bali, mecca di tutte le sue risposte.

Mangia prega ama
Julia Roberts mentre è intenta ad assaggiare il tipico piatto italiano per eccellenza: spaghetti con sugo di pomodoro a Roma-photo credits: web

Perchè vedere Mangia prega ama?

Mangia prega ama è il film perfetto se si è alla ricerca di risposte e di sana pace interiore. Nonostante numerosi clichè come una Roma trasteverina che difficilmente sfiora la verità del bel paese, la pellicola invade lo spettatore di location da sogno e di spunti curiosi per le prossime vacanze estive o di primavera. Roma avvicina la scrittrice alla tavola e al cibo buono, all’arte del saper mangiare con gusto e amore. Ci si perde clichè e strafalcioni a parte (come l’usanza dei gesti che Ryan Murphy poteva risparmiarsi), tra i vicoli di Piazza Navona, Campo Dè Fiori, Piazza di Spagna e Villa Borghese. Julia Roberts si fa trasportare delicatamente presso la trattoria romana dal Vecchio Orso in via Gigli D’Oro, al Santa Lucia al Largo Felbo e Da Pancrazio, locanda ricavata dai resti antichi del Teatro di Pompeo.

Mangia prega ama
Julia roberts e Javier Bardem in una scena della pellicola autobiografica di Elizabeth Gilbert-photo credits: web

Dobbiamo essere sempre preparati a ondate di infinite trasformazioni

La morale c’è, i luoghi comuni sono molti, eppure Mangia prega ama è una visione di puro piacere e i valori portati avanti nel corso della pellicola dalla mente di Liz ed i personaggi che incontra lungo il viaggio di scoperta di se stessa, sono molto interessanti. Quello di Richard Jenkins è forse il personaggio più bello ed autentico. Un uomo debole, strafottente che cela un brutto incidente di percorso che gli è costato caro e che ricorda ad Elizabeth che è importante prima o dopo, perdonarsi.

Alla fine sono arrivata a credere in una ricerca che io chiamo La Fisica dell’Anima, una forza della natura governata da leggi reali quanto la legge di gravità. La regola di questo principio funziona più o meno così: se sei abbastanza coraggiosa da lasciarti indietro tutto ciò che ti è familiare e confortevole e che può essere qualunque cosa, dalla tua casa a vecchi rancori, e partire per un viaggio alla ricerca della verità, sia esterna che interna, se sei veramente intenzionata a considerare tutto quello che ti capita durante questo viaggio come un indizio, se accetti tutti quelli che incontri strada facendo come insegnanti, e se sei preparata soprattutto ad affrontare e perdonare alcune realtà di te stessa veramente scomode, allora la verità non ti sarà preclusa.

Elizabeth e il cibo!

Ogni piatto della cucina italiana è un gioiello. Elizabeth intuisce ciò leggendo le guide turistiche e lo capisce giorno dopo giorno trascorrendo il tempo a perdersi per i vicoli della capitale. “Spaghetti con le vongole, spaghetti cacio e pepe, prosciutto e melone, linguine, lasagne, carciofi alla giudia, pappardelle al ragù, vino di genzano!” Chi più ne ha, più ne metta.

Mangia prega ama
L’attrice Julia Roberts mentre mangia la pizza napoletana a Napoli, “Pizzeria Da Michele”- photo credits: web

Elizabeth mangia di tutto durante il suo viaggio che si concluderà nella mistica Bali alla ricerca del vero amore. A proposito però di amore, effettivamente Julia Roberts vanta da sempre un rapporto particolare con il cibo, specie per la pizza. Durante il film, vediamo la protagonista trascorrere una giornata a Napoli dove assaggia la famosa pizza presso Pizzeria da Michele.

Guida rapida alla cucina romana!

Uno dei piatti caratteristici che Julia Roberts assaggia nel suo soggiorno capitolino è lo spaghetto cacio e pepe. A differenza di quel che si crede, la cucina romana, soprattutto quello dei primi piatti, può apparire semplice e sbrigativa ma si basa su un esatto connubio di ingredienti e movimenti molto pratici ai fornelli. Gli spaghetti cacio e pepe sono un piatto doc per un romano che si rispetti e quindi non possiamo non consigliarvi una guida rapida per la preparazione di questo primo piatto. Consigliamo questo link per una preparazione perfetta. Il film è servito!

Seguici su MMI e Metropolitan Cinema

Silvia Pompi

Back to top button