Musica

Maninni, tra i finalisti di Sanremo Giovani con il brano “Mille Porte”

Il cantautore MANINNI è tra i finalisti di SANREMO GIOVANI con il brano “Mille Porte” (Ghandi Dischi / Sony Music Italy), e si esibirà questa sera in prima serata su Rai1 sul palco del salone delle Feste del casinò della città dei Fiori per aggiudicarsi un posto nei Big del Festival di Sanremo 2023.

Maninni arriva alla finale di Sanremo Giovani dopo aver conquistato anche la copertina della playlist Scuola Indie di Spotify e aver raggiunto con “Mille Porte” già ottimi risultati: il brano, infatti, è stato inserito anche nelle playlist Indie Italia e New Music Friday sempre di Spotify ed è inoltre è entrato nelle playlist editoriali di Apple, Amazon e Tidal, oltre che essere trasmesso dai principali network nazionali.“Mille Porte” è stato scritto da Maninni, Gianni Pollex e Antonella Sgobio, composto da Maninni, Gianni Pollex, Antonella Sgobio e Roberto Guglielmi e prodotto sempre da Maninni con Pollex e Diego Calvetti. L’artista racconta del brano: 

Maninni, prima della finale di Sanremo giovani gli ottimi stream su Spotify

Maninni in gara alla finale di Sanremo Giovani con il brano Mille Parti
Maninni in gara alla finale di Sanremo Giovani con il brano Mille Porte

«”Mille Porte” è una canzone che rappresenta il mio stato d’animo, la lotta tra il divino e il profano. Spesso siamo costretti a convivere con i propri mostri, non ci rendiamo conto che possono prevalere sulla sensibilità umana, destabilizzando il nostro io, combattendo verso il vero nemico noi stessi. “Mille porte” racconta di quando mi sono ripromesso di non cadere negli stessi errori, e ho voluto ritrovare la serenità nelle piccole cose della vita quotidiana per allontanare i miei dubbi. È verissimo che dopo il fondo c’è una risalita che ti fortifica».

È online anche il videoclip ufficiale del brano, girato da Domenico Lamanna:

«Abbiamo girato all’interno di un ex mulino. Il regista ha voluto ricreare un ambiente minimal, sviluppando una serie di immagini visive per avvalorare il concetto della canzone, dando importanza al messaggio che intendevo trasmettere, lasciando sfogo ad uno stato d’animo più intimo» – dichiara Maninni in merito al video.

Classe ‘97, Alessio Mininni in arte Maninni è un cantautore nato e cresciuto a Bari, luogo in cui si è avvicinato alla musica da bambino, imbracciando una chitarra e ascoltando moltissimi generi musicali e artisti, tra cui i suoi beniamini: U2, Oasis, Radiohead, Pink Floyd, Vasco Rossi, Ligabue, Cesare Cremonini. Grazie a tutte queste influenze, Maninni ha fatto della musica la sua più grande passione, alimentandola con costanza, umiltà, dedizione, studio, di chi ha un obbiettivo è lotta per raggiungerlo. Taciturno ed empatico, profondamente energico, Maninni esordisce nel 2017 con “Parlami di te” e nel 2019 pubblica “Peggio di ieri”. Dopo un silenzio di due anni, torna nel 2021 con il primo singolo di un nuovo progetto discografico, curato da un nuovo team. Il brano “Senza” entra nelle playlist di Spotify Scuola indie e New Music Friday ed entra nei primi 100 di Earone.

Anche i seguenti singoli “Vestito rosso” e “Vaniglia” riscuotono un buon successo. “Vaniglia” resiste otto settimane nella playlist di Spotify Scuola indie e viene supportato non solo da tutte le piattaforme digitali, ma anche da network nazionali come Radio Italia, Radio Zeta, Radio 1, Radio 2, Radio 105 Indie, Radio Norba, Radio Lattemiele. Il brano ha superato i 400mila stream. Lo scorso dicembre è uscito per Sony Music Italy il nuovo singolo “Bari NY”, seguito a febbraio da “Irene” e in estate da “Caffè”, brano che è stato trasmesso da importanti network nazionali come Radio1, Radio Italia e Radio Norba.

Seguici su Google News

Back to top button