Motomondiale

Marco Bezzecchi, un rookie in prima fila nel Gran Premio d’Italia

Un lampo la Mooney VR46 Racing. Proprio nel giorno dedicato al ritiro del numero quarantasei appartenuto, per anni ed anni, a Valentino Rossi. Marco Bezzecchi si è reso protagonista, insieme al compagno di team Luca Marini, di una Qualifica straordinaria nel Gran Premio d’Italia. Adesso l’ambizione è quella di tentare di conservare il podio virtualmente conquistato.

Le parole di Marco Bezzecchi del Mooney VR46 Racing

Sono contento. Sono soddisfatto di com’è andata oggi, sia stamattina che oggi pomeriggio. E’ stata un’ottima giornata. C’erano delle condizioni un po’ particolari, quindi diciamo che vale molto questa qualifica. Non sapevo neanche in che posizione fossi. Sono passato sul traguardo e ho visto che un tempo diventava rosso sul megaschermo, ma non ho fatto in tempo a capire se fosse il mio. Comunque ero contento, perché avevo fatto un bel tempo e pensavo di poter essere messo bene, anche se non sapevo quanto. Al secondo megaschermo ho visto che ero secondo e non mi sembrava possibile. Poi in pole c’è Diggia ed è bello perché corriamo contro fin da piccoli e siamo arrivati fino in MotoGP. Domani sarà dura, ma speriamo almeno in un meteo normale. Che sia asciutto o bagnato, ma che non sia misto. Mi piacerebbe riuscire a fare una bella gara e i più veloci secondo me sono Pecco (Bagnaia), Aleix (Espargaro) ed Enea (Bastianini). Io non sono messo male, alla fine riesco a girare sull’1’46” alto-1’47” basso di passo, però poi in gara si va sempre un po’ più piano, quindi penso che saremo in molti tutti attaccati“.

Back to top button