Cultura

Maria de’ Medici, la controversa figura della Regina di Francia

Ricorre oggi, 3 luglio il decesso di Maria de’ Medici, regina di Francia temuta e contrariata.

Maria de’ Medici, figlia del granduca di Toscana Francesco I e di Giovanna D’Austria è stata regina consorte di Francia e Navarra come seconda moglie di Enrico IV. Reggente dal 1610 condurrà una politica filo-cattolica, godendo dell’alleanza della Spagna. Ma l’odio nei confronti del suo preferito Concini e della moglie nutrito da parte dell’alta nobiltà e del popolo, costringeranno la Regina all’esilio. Dopo un breve ritorno a corte, perderà ogni autorità acquisita e sarà costretta all’esilio nei Paesi Bassi senza far ritorno in patria. Morirà a Colonia il 3 luglio 1642.

Maria de’ Medici, una Medici al trono

maria de' medici
Panoramica del ciclo di Rubens

Successivamente l’uccisione del marito, Maria de’ Medici saliva al trono come reggente per conto del figlio Luigi. Era il 1610. La sua, una politica estera condizionata prevalentemente dai suoi consiglieri italiani e che la condurrà a stringere un’alleanza con il regno di Spagna, orientando la sua reggenza ad un filo-cattolicesimo. Più complessa la politica interna, resa ostica dal continuo diffondersi di rivolte protestanti. A causa delle continue controversie, la Regina di Francia sarà costretta nel 1617 ad abbandonare il trono e a ritirarsi a Blois presso la residenza di famiglia. Oltre al consenso popolare, perderà anche quello del figlio dopo aver contrastato tenacemente il duca Charles De Luynes, favorito di Luigi.

Riammessa nel Consiglio di Stato nel 1622, cercherà di riacquisire la corona sostenendo l’ascesa del duca di Richelieu che diventerà presto cardinale ed entrerà a far parte del Consiglio reale. Non riscontrando il consenso dello stesso Richelieu, l’ex regina verrà costretta all’esilio in Olanda dove morirà il 3 luglio 1642.

Il ciclo di Rubens

Durante la reggenza, la Regina commissionerà la realizzazione di una serie di tele da esporre nella residenza presso Palazzo Lussemburgo a Parigi. Il “Ciclo di Maria de’ Medici“, così veniva chiamato il lavoro artistico del pittore barocco Pieter Paul Rubens, conteneva 21 quadri rappresentanti le “Glorie e le lotte di Maria de’ Medici” e 3 ritratti raffiguranti la regina e i suoi genitori. Un ciclo allegorico – encomiastico che celebra una parentesi della storia e politica francese.

Annagrazia Marchionni

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò

Back to top button