GamesMetroNerd

Mass Effect 2, Jack e la sessualità modificata per colpa di critiche

Se parliamo di Mass Effect 2, Jack è sicuramente uno dei personaggi più apprezzati.

Oggi, a distanza di tanti anni, scopriamo qualche retroscena riguardo al suo personaggio, che fa storcere un po’ il naso ma che spiega in realtà molte cose.

Sembra ieri che Shepard e i suoi compagni si sono avventurati in quella famosa missione suicida che ci ha conquistati tutti.

I dettagli sono vividi e i personaggi impressi nella nostra memoria, merito del lavoro egregio compiuto dal team di sviluppo e dai suoi scrittori, tra i quali è compreso Brian Kindegran.

Proprio lo stesso Kindegran ha recentemente rilasciato alcune dichiarazioni al portare The Gamer, che hanno fatto luce su uno dei tanti interrogativi che aleggiavano intorno a Mass Effect 2: perché Jack non è in concreto un personaggio LGBTQ+?

jack mass effect
jack mass effect (foto dal web)

Mass Effect 2: Jack avrebbe dovuto essere pansessuale

Nel panorama di Mass Effect 2, Jack risulta non solo uno dei personaggi più amati, ma anche tra i più complessi e interessanti.

Proprio per questo motivo, la sua romance è tra le più gettonate, ma stranamente sbloccabile solo nel caso si giocasse con il Comandante Shepard maschio.

Per quanto all’epoca la comunità LGBTQ+ non fosse ancora così ampiamente rappresentata nel mondo dei videogiochi, osservando il suo design, la costruzione del suo personaggio e soprattutto il suo background, era evidente che il suo personaggio non potesse essere etero.

Provando a conoscerla meglio, è infatti lei stessa ad affermare che nel suo passato aveva avuto relazioni sia con uomini che con donne, e che addirittura aveva fatto parte di una relazione composta da tre persone.

Risulta quindi piuttosto strano che l’unica opzione possibile per lei sia la romance con MaleShep.

Personalmente, anche io, da fedelissima compagna di vita di Garrus Vakarian, rimasi piuttosto interdetta nello scoprire che in Mass Effect 2, Jack non fosse compresa nelle possibili romance di FemShep.

Oggi, ad undici anni dall’uscita del gioco, Brian Kindegran ci svela l’arcano: Jack era in realtà pansessuale, il suo personaggio è stato scritto e sviluppato con quest’idea per quasi tutto il gioco, ma è stata resa etero all’ultimo, per paura di nuove critiche da parte di Fox News.

Cambiare la sessualità di Jack per colpa di Fox News

In Mass Effect 2, Jack è, considerando un personalissimo parere, forse il personaggio migliore (se la batte con Garrus, ma tanto Garrus ha un posto speciale nel cuore di tutti, specialmente nel mio, visto che sono la sua compagna per sempre).

Lo è non perché ci troviamo di fronte alla biotica più potente di tutti, ma per tutte quelle incredibili sfumature e contrasti che la caratterizzano, a cominciare dalla sua evidente natura queer.

Pensare che quella sua natura sia stata strappata via all’ultimo fa decisamente storcere il naso. Considerare poi che è stato fatto per colpa di alcune critiche ricevute da parte di Fox News, fa veramente arrabbiare.

Secondo quanto ha raccontato Brian Kindegran, all’uscita del primo capitolo di Mass Effect, Fox News portò avanti una campagna negativa piuttosto pesante contro il titolo, a causa di una lieve scena di nudo.

Per un attimo appariva infatti la colorata natica blu di Liara durante la breve scena di sesso, e questo fece impazzire il network, che criticò ampiamente il gioco, affermando che non dovesse essere autorizzato ad entrare nelle case delle famiglie.

Nonostante l’assurdità della critica, i piani alti della BioWare non incassarono bene il colpo, e ritennero che per Mass Effect 2, Jack e la sua sessualità fossero un po’ troppo.

Avevano paura delle reazioni omofobe, di ricevere una nuova ondata di critiche da Fox News e altri network, quindi decisero di giocare sulla difensiva.

Fecero pressioni sugli sviluppatori riguardo a tutto ciò, e nonostante il team fosse progressista e aperto di mente, fu costretto a rilasciare il gioco includendo solo la romance etero per la povera Jack.

Il suo background rimase comunque più o meno uguale: la sua originare pansessualità traspare ampiamente, tanto che la stessa doppiatrice, non consapevole del cambiamento in extremis, ha ammesso di averla interpretata con questa idea.

La route con FemShep però fu cancellata, lasciando un po’ tutti con l’amaro in bocca e qualche interrogativo sul personaggio.

Speriamo che nel frattempo la BioWare abbia imparato dai propri errori e che in futuro non si faccia influenzare più in questo modo dai media, perché questo genere di politica può spesso portare ad errori grossolani e anche piuttosto discutibili, facendo perdere irrimediabilmente la fiducia nelle case di sviluppo.

Considerando poi ciò che sta succedendo negli ultimi tempi, anche riguardo Cyberpunk 2077 e CDPR, nessuno è mai al sicuro.

Noi comunque puntiamo sull’imminente uscita di Mass Effect Legendary Edition, nella flebile speranza che questo errore di percorso sia stato eliminato, e che in Mass Effect 2, Jack possa finalmente godersi a pieno la sua sessualità.

Antea Ruggero

Segui InfoNerd anche su Facebook e Instagram

Antea Ruggero

Scrivo per sbaglio e nonostante tutto non ho intenzione di smettere. Anime, manga, serie tv, cinema, videogiochi, gdr, musica, non fa differenza, nel mio arsenale si può trovare un po' di tutto. Qualcuno vi dirà che a volte disegno anche fumetti, ma non vi preoccupate, sono solo dei gran burloni.
Back to top button