Calcio

Menez-Denis-Reginaldo, il tridente che fa sognare i tifosi della Reggina

In attesa della fumata bianca per la trattativa Menez, i tifosi della Reggina iniziano già a fantasticare su quello che potrà essere il tridente della prossima stagione. Menez, Denis e Reginaldo, questi i nomi pesanti che fanno sognare una tifoseria intera da qualche settimana a questa parte. Da non dimenticare anche il talento del classe ’98 Hachim Mastour, il fantasista scuola Milan ha ancora 2 anni di contratto e la società è intenzionata a puntare su di lui anche per la prossima stagione. A meno che non succeda qualcosa di eclatante, Mastour dovrebbe rimanere al Granillo anche per la stagione 2020/21.

CREDIT: Getty Images

Torniamo di nuovo al capitolo Jeremy Menez. La trattativa per il francese – come riporta Alfredo Pedullà – è ai dettagli, l’accordo tra le parti è in dirittura d’arrivo. Sempre tramite alfredopedulla.com scopriamo che l’offerta della Reggina ha come base un contratto triennale e non biennale con opzione per il terzo come si era vociferato qualche tempo fa. L’ex Milan e Roma intanto si diverte e continua a lanciare segnali d’amore verso la Reggina nelle sue storie di Instagram. Questi giochini di Menez incendiano sempre di più l’animo dei tifosi che ormai stanno aspettando Jeremy da settimane e non vedono l’ora di leggere il comunicato e l’annuncio ufficiale della società, seguito dalla presentazione.

Un tridente – quello della Reggina – che potrà fare paura a tutta la Serie B. Se sommiamo tutte le reti da professionista di Menez, Denis e Reginaldo arriviamo a quasi 400 gol in più di mille e passa partite giocate da professionisti ad alti, altissimi, livelli. Carisma, gol e personalità che non possono vantare tutte le squadre di Serie B. Sarà curioso vedere i tre lavorare assieme, aspettando anche la definitiva esplosione di Hachim Mastour, giocatore nel limbo da ormai troppi anni. Per il marocchino infatti sarà fondamentale prendersi dei minuti per far cambiare idea a tutti quelli che lo ricordano solamente per il video alla Red Bull Arena di Salisburgo nel quale palleggiava – a soli 15 anni – con Neymar Jr.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter dell’autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Back to top button