Tennis

Miami Open amaro per Fognini: l’americano Korda prevale al set decisivo

Non è riuscito a fare poker Fabio Fognini dopo le belle vittorie di Sinner, Sonego e Musetti. Il ligure, nella notte, si è dovuto infatti arrendere contro il giovane americano Sebastian Korda. Saranno dunque “solamente” tre i tennisti italiani presenti al terzo turno del Miami Open. In serata toccherà subito a Jannik contro Kachanov. Nella giornata di lunedì invece sono previsti gli incontri degli altri due azzurri.

Nulla da fare purtroppo per Fabio Fognini. L’azzurro disputa un ottimo primo set ma alla fine è costretto a cedere alla distanza con lo score di 1-6 6-4 6-2 dopo 1h e 46 minuti di partita. Sarà dunque Sebastian Korda ad affrontare al terzo turno, in un match estremamente interessante, il russo Aslan Karatsev. C’è grande delusione per Fabio. L’italiano, infatti, domina il primo set e se lo porta a casa con un inequivocabile 6-1. Nel secondo set il tennista ligure cala leggermente di livello, con Korda che ne approfitta per levargli il servizio nel terzo gioco e salire 2-1. Sarà l’unico break del parziale ma tanto basta al nativo di Bradenton per aggiudicarselo 6-4. L’azzurro sembra accusare il colpo e parte con la testa sotto anche nel set decisivo: 2-1 e servizio per lo statunitense. Fognini poi, sotto 3-2, avrebbe ben tre opportunità consecutive per rientrare nel parziale. Tuttavia, una volta fallite, la luce si spegne e il giovane americano piazza un parziale di 10 punti a 0 e firma il 6-2 finale.

Miami Open: stasera Sinner. Lunedì è il turno di Sonego e Musetti

Nel pomeriggio partiranno ufficialmente gli incontri di terzo turno. Il primo italiano a scendere in campo sarà Jannik Sinner che, nella serata italiana (verso le 18:20), se la vedrà contro il russo Karen Kachanov. I precedenti dicono 1-1 , con l’altoatesino che però ha vinto l’ultimo quasi due mesi fa’. Era la semifinale del Great Ocean Road Open. Per l’azzurro, in caso di vittoria, ci sarebbe uno tra lo svedese Mikael Ymer ed il finlandese Emil Ruusuvuori, in una parte di tabellone lasciata incustodita da Alexander Zverev, eliminato l’altro ieri proprio dal tennista di Helsinki. Si tratta dunque di una buonissima occasione per Sinner.

Nella giornata di lunedì, invece, sarà il turno dei due Lorenzo. Per Sonego, a sorpresa, ci sarà il colombiano Daniel Elahi Galàn (numero 113 ATP), che ieri sera ha fatto fuori dal torneo niente meno che l’australiano De Minaur. Il torinese ha vinto l’unico precedente disputato nel 2016 nelle qualificazioni del Challenger di Milano. Chi vince, molto probabilmente, avrà agli ottavi di finale il numero 5 del mondo Stefanos Tsitsipas. Musetti, invece, affronterà un ex campione Slam. Stiamo parlando del croato Marin Cilic, attualmente numero 45 del mondo. Per il toscano si tratta chiaramente di un match difficile ma non impossibile. Cilic, infatti, non è in un gran momento di forma ed ha impiegato quasi cinque ore per venire a capo prima di Federico Coria e poi di Christian Garin. Nel mirino dell’azzurro c’è un ottavo di finale contro il vincente di Rublev-Fucsovics.

ENRICO RICCIULLI

Photo Credit: profilo twitter ufficiale di Fabio Fognini, @fabiofogna

Back to top button