Politica

Migranti: Parigi accusa l’Italia di non rispettare gli accordi UE

Ieri lo sbarco a Catania dei migranti rimasti sulle Ong. Parigi accusa l’Italia di non rispettare gli accordi Ue sull’accoglienza migranti, rimproveri anche dalla Commissione Europea. Piantedosi “non accettiamo lezioni da nessuno dal punto di vista del rispetto dei diritti umani”, Meloni “L’emergenza immigrazione è un tema europeo e come tale deve essere affrontato”

Sbarco a Catania delle Ong Humanity 1 e Geo Barents

Photocredit: rainews.it

Gli ispettori di sanità marittima avevano verificato un “alto livello di rischio psicologico” per coloro che erano ancor rimasti a bordo delle Ong a Catania. Ieri finalmente lo sbarco di Humanity 1 e Geo Barents di Medici senza frontiere tra gli applausi degli attivisti che avevano protestato fino a poco tempo prima.

La Francia denuncia il comportamento dell’Italia “contrario al diritto del mare e allo spirito di solidarietà europea” che avrebbe rifiutato di agire secondo i protocolli stabiliti. La ong SOS Méditerranée “di fronte al silenzio assordante dell’Italia” ha chiesto alla Francia di accogliere la Ocean Vikings. Parigi ha accettato, la nave con a bordo i suoi 234 passeggeri dovrebbe arrivare il 10 novembre vicino alla Corsica. I migranti sbarcati ieri sera sono stati portati al Palaspedini, un impianto sportivo di proprietà del comune di Catania. Uno dei migranti che si era buttato in mare aveva passato la notte sulla banchina rifiutando di mangiare o bere “Dopo giorni e giorni su quella nave stavo impazzendo”.

Non è solo la Francia ad accusare l’Italia, arrivano rimproveri anche da tutta la Commissione Europea, ma il Ministro dell’Interno Piantedosi ribatte “Se vi volete fermare all’esegesi delle espressioni burocratiche fate pure, ma non accettiamo lezioni da nessuno dal punto di vista del rispetto dei diritti umani”. La Premier Meloni e Matteo Salvini ringraziano la Francia per essersi presa il carico della Ocean Vikings, Meloni “Apprezzamento per la decisione della Francia di condividere la responsabilità dell’emergenza migratoria, fino ad oggi rimasta sulle spalle dell’Italia e di pochi altri Stati. L’emergenza immigrazione è un tema europeo e come tale deve essere affrontato, nel pieno rispetto dei diritti umani e del principio di legalità”.

Francesca De Fabrizio

Seguici su Google News

Back to top button