Musica

Milva, addio alla pantera di Goro della musica italiana: aveva 81 anni

Milva, storica voce della musica italiana soprannominata la Pantera Di Goro”, si è spenta ieri nella sua abitazione milanese ad 81 anni. L’artista malata da tempo di Alzheimer, si era ritirata dalle scene nel 2010.

Milva si è spenta oggi ad 81 anni

In quell’occasione, Milva aveva dichiarato:

Ritengo che proprio questa speciale combinazione di capacità, versatilità e passione sia stato il mio dono più prezioso e memorabile al pubblico e alla musica che ho interpretato e per quello voglio essere ricordata. Oggi questa magica e difficile combinazione forse non mi è più accessibile: per questo, dato qualche sbalzo di pressione, una sciatalgia a volte assai dolorosa, qualche affanno metabolico; e, soprattutto, dati gli inevitabili veli che l’età dispiega sia sulle corde vocali sia sulla prontezza di riflessi, l’energia e la capacità di resistenza e di fatica, ho deciso di abbandonare definitivamente le scene e fare un passo indietro in direzione della sala d’incisione, da dove posso continuare ad offrire ancora un contributo pregevole e sofisticato (fonte: sito ufficiale Milva)

Nel 2018 durante il 68° Festival di Sanremo condotto da Claudio Baglioni, il direttore artistico aveva annunciato un premio alla carriera dedicato all’artista indetto dalla Città Di Sanremo . In quell’occasione la figlia di Milva, Martina Corgnati era salita sul palco del Teatro Ariston per ricevere il prestigioso riconoscimento, nato da un appello lanciato da Cristiano Malgioglio . Artista multimorfis tra musica e teatro attivissima in Italia ed all’estero, ottenendo innumerevoli riconoscimenti in una carriera che ha abbracciato mezzo secolo, costellata di successi ed importantissime collaborazioni con Bertold Brecht e Franco Battiato.

Seguici su

Facebook

Instagram

Metrò

Adv
Adv

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button