Moda

Moda sostenibile: i 5 Brand che tutelano il pianeta

La moda sostenibile mira ad instaurare un rapporto armonioso sia con l’ambiente che con le persone, infatti, il termine moda sostenibile viene spesso associato alla moda ecosostenibile e alla moda etica. Capiamo bene cosa si intende, però, per moda sostenibile.                     

 Le pratiche che vengono racchiuse in questo concetto sono:

  • l’eliminazione di sostanze tossiche; si tratta di sostanze non biodegradabili che, quindi, con il lavaggio degli abiti, vanno ad accumularsi nelle acque reflue provocando un danno ambientale notevole.
  • tutela per i lavoratori sfruttati; con la nascita del fast fashion, il fenomeno dello sfruttamento si è ancor più ampliato. Per garantire una moda più responsabile è, così, richiesta trasparenza da parte delle aziende, facilmente perseguibile con delle ispezioni condotte dai marchi stessi col fine di verificare le condizioni di lavoro nei loro centri produttivi.
  • collaborazioni con progetti umanitari; in modo tale da favorire anche piccole comunità situate in zone del mondo sottosviluppate.
  • certificazioni rilasciate da entità locali o internazionali che garantiscono ai consumatori l’acquisto di prodotti realizzati nel totale rispetto degli standard di sostenibilità ambientale e sociale.

Moda sostenibile, i 5 brand che lavorano nel rispetto del territorio

Scopriamo i 5 Brand che lavorano nel pieno rispetto del Territorio e delle persone

Stella McCartney. La stilista, attenta da sempre all’ambiente e agli animali, si impegna da anni nel creare un tipo di moda etica e slow. Per le sue creazioni utilizza molto il cotone biologico, anche l’Econyl, un nylon proveniente dal riciclo di plastica e reti da pesca, e un materiale preveniente da foreste certificate, simile al Tencel. Note sono le sue collaborazioni con Adidas nel creare una linea sportiva sostenibile e attenta all’ambiente.

Reformation. Questo marchio fa impazzire le top model come Emily Ratajkowski e Gigi Hadid. È tra i brand di moda ecosostenibili più hot al mondo. Diritti dei lavoratori garantiti, tessuti privi di sostanze nocive per l’uomo e trasparenza sulla filiera di produzione. Tra i materiali utilizzati possiamo trovare tutti tessuti provenienti da produttori che coltivano gli alberi in modo sostenibile senza danneggiare le zone verdi in via di estinzione.

Moda Sostenibile: Ellie Goulding indossa un capo della collezione Stella X Greenpeace - Photo Credits profilo Instagram Stella McCartney
Moda Sostenibile: Ellie Goulding indossa un capo della collezione Stella X Greenpeace – Photo Credits profilo Instagram Stella McCartney

Tra i brand ecosostenibili, Tiziano Guardini e Defua

Tiziano Guardini. Stilista italiano, noto per essersi completamente votato alla sostenibilità delle sue creazioni. Ha vinto diversi premi ed è diventato un vero esperto di moda cruelty free. In collaborazione con Mantero ha creato una serie di capi realizzati in “Peace Silk”, una seta non violenta che viene ricavata da bozzoli abbandonati dai bruchi una volta divenuti farfalle.

Young N Sang. Recuperando i tessuti dagli scarti di aziende locali o da capi non più utilizzati, il brand sudcoreano Young N Sang concentra la propria ricerca sull’upcycling. Nasce una linea streetwear dinamica ispirata ai venditori ambulanti sudcoreani che hanno uno stile personale molto deciso.

Defeua. Brand di moda sostenibile con sede a Genova. Le collezioni sono prodotte nel pieno rispetto ambientale e sociale. Defeua realizza la propria linea di abbigliamento ecologico utilizzando esclusivamente tessuti a basso impatto ambientale. Questo marchio supporta il progetto ecoFashion, un motore di ricerca gratuito che supporta la moda sostenibile.

E tu fai scelte fashion sostenibili?!

Sara Marchioni

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò, La Rivista Metropolitan Magazine N2

Back to top button