Calcio

Modena, arriva il primo stop in casa della Triestina

Nel turno infrasettimanale di ieri, il Modena subisce il primo stop stagionale in casa della Triestina. I ragazzi di Gautieri si aggiudicano quello che, a tutti gli effetti, si può considerare uno scontro diretto tra due pretendenti alla promozione diretta in Serie B. Il Modena ha, nonostante la sconfitta di misura, disputato una partita propositiva, giocata molto spesso in avanti e alla ricerca del gol. L’equilibrio è stato spezzato solo da un tiro da fuori area di Gomez al 56′ che ha superato Narciso, schierato per sostituire l’indisponibile Gagno. Il Modena resta fermo a sei punti dopo tre giornate di campionato, mentre la Triestina aggancia in classifica proprio i gialloblu.

modena
Photo Credits: www.modenacalcio.com

Al Modena è mancato solo il gol

Mister Mignani, nel post gara, ha commentato così la prestazione dei suoi:“Una grande opportunità per continuare a fare punti e mantenere la vetta della classifica, purtroppo sprecata. Paradossalmente la gara che mi è piaciuta di più perché è stata quella in cui abbiamo sbagliato meno”. In poche parole per riassumere con le parole dell’allenatore dei gialloblu:“Loro hanno fatto gol e noi no”. Dunque al Modena è mancato solo il gol, infatti le occasioni non sono mancate. Nei primi minuti di gioco Tulissi serve prima Spagnoli, che calcia sull’esterno della rete, e poi Costantino che colpisce di testa e manda il pallone di poco a lato. L’ultima occasione per il gol del pareggio capita sulla testa di Scappini che manda fuori. Ci sarebbe anche il gol del pareggio, ma la rete di Scappini viene annullata per una precedente simulazione di Sodinha.

Una sconfitta che non rovina i piani

La sconfitta con la Triestina non deve preoccupare minimamente l’ambiente in casa Modena. La squadra ha disputato una partita sempre alla ricerca del gol, nonostante i tanti cambi rispetto alla gara vinta con la Vis Pesaro. Mister Mignani ieri ha optato per un largo turnover, con l’innesto dal primo minuto di Costantino, Milesi, Muroni e Varutti. Il Modena ha una rosa ampia che permetterà appunto a Mignani, nel corso della stagione, di far rifiatare i giocatori nei momenti in cui il calendario sarà più fitto. Un’arma in più dei canarini sono anche i cambi, come dimostrato ieri con l’ingresso di Scappini e Monachello che hanno dato nuova linfa e pericolosità all’attacco del Modena.

Adv
Adv
Adv
Back to top button