MotoGP | Shakedown a Sepang per i collaudatori

Nella notte italiana tra Giovedì e Venerdì, i collaudatori scenderanno in pista a Sepang per uno shakedown di tre giorni delle moto in configurazione 2019.

La MotoGP sta per ripartire ufficialmente. Nel corso della notte italiana, a Sepang saranno di scena i test team della MotoGP per il primo shakedown dei prototipi 2019. Il compito è quello di testare le novità studiate dalle rispettive case, per poi consegnarle definitivamente ai piloti ufficiali.

MotoGP shakedown Sepang
Veduta aerea del Sepang International Circuit (Photo credit: rtrsports.com)

Essendo i tester diventati delle vere e proprie figure chiave nella crescita di moto e team, potremo saggiare da subito il vero potenziale delle nuove moto. Per questo la tre giorni di shakedown malese sarà fondamentale per i MotoGP Test che si svolgeranno sempre a Sepang tra il 6 e l’8 Febbraio con i piloti ufficiali.

MotoGP shakedown Sepang: Ducati

La Ducati si presenta ai blocchi di partenza con Michele Pirro. L’italiano si è dimostrato più volte all’altezza della MotoGP nelle sue svariate wild card e negli anni ha contributo in modo netto allo sviluppo della rossa. Si può assolutamente affermare che la Ducati sia in possesso del miglior tester in circolazione. Un gran bel valore aggiunto nella MotoGP moderna.

MotoGP shakedown Sepang
Michele Pirro con la nuova Ducati GP19 (Photo credit: ducati.com)

MotoGP shakedown Sepang: Honda

La casa dell’ala dorata arriva a Sepang con Stefan Bradl. Il tedesco sarà molto impegnato in quanto dovrà sostituire anche Lorenzo nei test ufficiali. In più, data la non ottima forma di Marquez sicuramente svolgerà un lavoro extra. L’esperienza non manca di certo per portare la moto al limite e verificarne la competitività.

MotoGP shakedown Sepang
Stefan Bradl impegnato in un test (Photo credit: motogp.com)

MotoGP shakedown Sepang: Yamaha

Finalmente anche la Yamaha ha capito che per tornare al top non può lasciare nulla al caso. Per questo nel corso della stagione scorsa è stato istituito un test team con sede europea, incentrato su Jonas Folger. Il tedesco, nella sua unica stagione MotoGP in sella alla Yamaha Tech3, si è rilevato molto abile. Proprio per questo a Iwata hanno puntato su di lui, con tanto di elogi da parte di Rossi.

MotoGP shakedown Sepang
Il neo test rider della Yamaha, Jonas Folger (Photo credit: motogp.com)

MotoGP shakedown Sepang: Aprilia, Suzuki, KTM

Molto simile a Yamaha è la storia di Aprilia, che negli ultimi mesi si è avvalsa del britannico Bradley Smith, appena sceso dal team factory KTM. L’obiettivo è sviluppare il più possibile una moto ancora acerba sotto molti punti di vista. Sono già previste per lui delle wild card nel corso della stagione, importanti per mantenere alto il livello del pilota.

MotoGP shakedown Sepang
Smith impegnato nel suo primo test con l’Aprilia (Photo credit: motogp.com)

In casa Suzuki è Sylvain Guintoli a guidare il test team. Un pilota fondamentale per la casa giapponese, che ha visto i frutti del suo sporco lavoro soprattutto sul finire del 2018. In più vanta un titolo di Campione del Mondo della SBK, sintomo che la velocità non manca affatto.

MotoGP shakedown Sepang
Il neo test rider KTM, Dani Pedrosa, purtroppo attualmente infortunato (Photo credit: motoblog.it)

Da non dimenticare Dani Pedrosa, neo test rider per KTM, che purtroppo non sarà a Sepang per una frattura alla clavicola. Fortunatamente la casa austriaca può sempre contare su Mika Kallio, anche se l’esperienza dello spagnolo sarebbe stata di tutt’altra fattura rispetto al finlandese.

SEGUICI SU:

CANALE INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
CANALE TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsport
PAGINA TWITTER: https://twitter.com/MmiMotorsport
NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

© RIPRODUZIONE RISERVATA