Motomondiale

MotoGP, Sprint Race: tutto pronto per il grande cambiamento

La Ducati in vetta al mondo con Francesco Bagnaia che ha vinto il titolo dei piloti del Motomondiale 2022 dopo aver detronizzato, dopo un anno di dominio, Fabio Quartararo di Yamaha. È stata una stagione molto divertente con la lotta per il titolo che si è protratta fino alla fine. Come si può aumentare la spettacolarità? Con l’inserimento nella MotoGP delle Sprint Race, sulla scia della Formula 1.

MotoGP, Sprint Race: le parole di Carmelo Ezpeleta

MOTOGP Spagna
(Photo credits: MotoGP)

La grande novità del Motomondiale nel 2023 sarà portata dall’inserimento delle mini gare nel sabato degli appuntamenti con le due ruote. Ecco cosa ha detto Carmelo Ezpeleta, ai microfoni di motorsport.com, in merito alle Sprint Race:

Covid-19? L’impatto che ci rimane ora è limitato al fatto che la gente ha smesso di andare alle corse durante i due anni più intensi della pandemia. In molti Paesi il pubblico si è ripreso completamente, in altri non ancora. La novità delle Sprint Race? Per noi è stato chiaro fin dall’inizio che doveva essere incorporato in tutte le gare. Se la tua ragione d’essere è dare un impulso all’attività del sabato, devi standardizzarla. Inoltre, questo nuovo format ha un altro effetto, la domenica. Con la scomparsa dei warm-up di Moto2 e Moto3 e l’accorciamento del warm-up della MotoGP, si apre una finestra in cui è possibile svolgere più attività promozionali con i piloti. Sia nei circuiti che in televisione. Questa iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo dai promotori locali e dagli operatori, e non si può offrire ad alcuni Gran Premi e non ad altri“.

(Photo credit: MotoGP)

Seguici su Google News

Back to top button