Calcio

Nainggolan: un ultimo regalo per DiFra che pensa al cambio di modulo

Radja Nainggolan potrebbe essere il colpo last minute della campagna acquisti del Cagliari. Il belga è in uscita dall’Inter e avrebbe esplicitamente chiesto di tornare in Sardegna, dove anche l’anno scorso è stato un punto di riferimento importante. Di Francesco lo accoglierebbe a braccia aperte, anche perché il suo innesto potrebbe garantire ai sardi il passaggio dal 4-3-3 al 4-3-1-2. Una sorta di “abiura” per il tecnico pescarese, ma un modulo che esalterebbe meglio le caratteristiche della squadra, in particolar modo di Joao Pedro, apparso in difficoltà nel nuovo ruolo da esterno.

Nainggolan (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
Nainggolan (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Nainggolan: il Cagliari prova a convincere l’Inter al “fotofinish”

Secondo le ultime notizie rilanciate da SportMediaset, tra Inter e Cagliari sussiste ancora distanza sulla valutazione di Nainggolan. Per i nerazzurri il “Ninja” vale almeno 12 milioni di euro, da pagare o in una singola soluzione o con un prestito oneroso cui dovrebbe seguire un obbligo di riscatto. Il Cagliari, già disposto a farsi carico integralmente del pesante ingaggio da 4,5 milioni, non è altrettanto propenso ad assecondare le richieste dell’Inter, pronta a scendere fino a 10 milioni. Giulini è disposto a spingersi non oltre gli 8 milioni più il cartellino del giovane Riccardo Ladinetti. Un’offerta comunque intrigante, ma che non soddisfa la dirigenza nerazzurra. Possibile allora che nella giornata di domani vi siano altri incontri per limare gli ultimi dettagli, anche se la distanza tra le parti si è già assottigliata. Il belga ha in mano un principio di accordo con il Cagliari e dovrebbe legarsi ai sardi fino al 2023. La sensazione è che alla fine anche le due società trovino l’intesa e che il belga possa dunque tornare in Sardegna entro domani.

Verso Atalanta-Cagliari

Il suo innesto permetterebbe dunque a Di Francesco di cambiare modulo, virando su un 4-3-1-2 più congeniale alle caratteristiche della squadra. La difficoltà per arrivare ad un esterno offensivo, con il solo Sottil nel ruolo, rende più redditizio per il Cagliari pensare di ridisegnare la propria struttura. Nainggolan si andrebbe ad inserire dietro la coppia Joao Pedro-Simeone andando a riformare un tridente che l’anno scorso permise ai rossoblu di accarezzare l’Europa. Intanto il 4-3-3 resta ancora il modulo base per il lunch match contro l’Atalanta. La squadra di Gasperini sarà, come sempre, un osso duro, vista e considerata la roboante vittoria ottenuta in casa della Lazio. Scelte quasi obbligate per Di Francesco che, soprattutto in attacco, ha poche alternative e potrebbe schierare nuovamente il tridente composto da Pedro-Simeone-Sottil. L’unica variazione potrebbe riguardare la fascia destra, dove a prendersi una maglia da titolare sarebbe il giovane Zappa, con Faragò spostato nel ruolo di mezzala destra al posto di un deludente Nandez.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button